24 Maggio Mag 2018 0654 24 maggio 2018

Cosa fare dopo la maturità

  • ...

L'esame di maturità è alle porte!!! Oltre all'ansia, che lo stesso comporta, altri innumerevoli dubbi attanagliano la mente dei giovani ragazzi, consapevoli di essere davanti ad un bivio fondamentale della loro vita: università, lavoro o anno sabbatico?

Qualunque sia la scelta, necessario sarà viverla nel modo più sereno possibile, senza interferenze esterne e non sentendosi magari obbligati nel seguire una tradizione di famiglia.

Leggi anche: "Su cosa fare la tesina"

Formazione universitaria

Naturale prosecuzione degli studi post-maturità, l'università, offre svariati corsi, alcuni in cui sono previsti test di ammissione.

Immatricolarsi nella giusta facoltà, senza doversene poi pentire, significherà tener in considerazione diversi fattori.

Bisognerà difatti:

  • tener conto delle proprie attitudini e dei propri sogni, rimanendo però sempre con i piedi a terra;
  • valutare gli effettivi sbocchi lavorativi;
  • informarsi sull'organizzazione dell'ateneo e dei piani di studio nonché sulle materie in esso comprese, che saranno poi oggetto di esame;
  • riflettere sulle personali possibilità e volontà di spostarsi o rimanere nella propria città;
  • basarsi sul tipo di percorso scolastico effettuato;
  • valutare i tempi in si desidererebbe laurearsi.

Alcune idee:

  • per chi è interessato al mondo dello spettacolo, della musica, delle arti, ideale sarà scegliere il Dams;
  • se si sogna di lavorare in un laboratorio di analisi si potrebbe invece optare per la facoltà di chimica;
  • per chi miri a diventare un diplomatico, un dirigente o un politico, utile sarà la facoltà di scienze politiche;
  • se il proprio forte sono invece le materie umanistiche, la scelta potrà ricadere sulla facoltà di lettere e filosofia;
  • per chi è affascinato dal corpo umano e dal suo funzionamento, nonchè, dal desiderio di aiutare gli ammalati, la facoltà di medicina o delle professioni sanitarie sarà allora scelta giusta;
  • se si amano i bambini, scienze della formazione primaria o scienze dell'educazione sarà un'opzione da valutare.

Per maggiori chiarimenti, c'è poi la possibilità di rifarsi ai vari servizi per orientamento universitario.

Leggi anche: "Cosa fare dopo il liceo classico"

Formazione non universitaria

Al termine della scuola secondaria di secondo grado si potrà optare, anche se non proprio per corsi universitari, per istituti e scuole, private o presenti nel sistema regionale, che offrono formazione in vari settori; tra questi:

  • accademie militari (esercito, carabinieri, aereonutica, marina)
  • scuole di archivistica
  • centro sperimentale di cinematografia
  • scuole superiori per mediatori linguistici
  • Afam, alta formazione artistica e musicale

Leggi anche: "Accademia di Brera come iscriversi"

Mondo del lavoro

Per quanto possa sembrare una scelta azzardata, stando ai tempi che corrono, per i giovani non mancano piccole possibilità di immettersi, subito dopo il diploma di maturità, nel mondo del lavoro. Ciò sarà possibile, ad esempio, tramite progetti di garanzia giovani, o di apprendistato, che serviranno per orientare il giovane in un qualche ambito professionale. Anche l'esperienza di un anno di carriera militare, o perchè no, brevi professioni sul web, potranno essere un inizio.

Leggi anche: "Cosa fare dopo il diploma di geometra"

Anno sabbatico

Conosciuto oggi come gap year, l'anno sabbatico, consiste in un periodo di pausa (non necessariamente un anno), che può seguire il diploma; un periodo in cui poter pensare e fare esperienza e che andrà dunque sfruttato ovviamente, non per starsene in panciolle, ma per mettersi realmente in gioco con:

  • creazioni di blog
  • piccole esperienze di lavoro
  • esperienze di volontariato
  • imparare una lingua, magari con l'esperienza di un anno all'estero
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso