30 Maggio Mag 2018 1525 30 maggio 2018

Cosa fare se non arriva il ciclo prendendo la pillola

  • ...

Appartenente alla categoria dei contraccettivi ormonal orali, la pillola contraccettiva, è abitualmente utilizzata per impedire l'ovulazione e quindi azzerare il rischio di gravidanza. Questo non è però l'unico scopo, viene spesso prescritta, tra le altre cose, anche per regolarizzare il ciclo, trattare casi di endometriosi e fibromi, ridurre l'acne e le cisti ovariche.

Pillola anticoncezionale somministrazione

Il normale utilizzo della pillola anticoncezionale ne prevede l'assunzione di un confetto al giorno per 21 giorni consecutivi alla stessa ora, giorni a quali seguirà una settimana di sospensione in cui avverrà quello che si può definire uno pseudo-ciclo. Questa pausa è stata introdotta per assicurare alla donna un ciclo regolare, simile al ciclo mestruale spontaneo, che va a confermare, per altro, la non presenza di una gravidanza. Può capitare di dimenticare l'assunzione della pillola, in tal caso, la sua efficacia viene mantenuta purchè non siano superate le 12 ore dall'ora in cui essa viene abitualmente presa.

Leggi anche: "Quali sono effetti collaterali pillola"

Pillola e mestruazioni

Quando si parla di mestruazioni si fa riferimento alla fase finale del ciclo mestruale che regola la vita riproduttiva di ciascuna donna in età fertile. Ogni mese il suo corpo si prepara all’arrivo di un ipotetico bambino e, se il concepimento non avviene, si reitera per l'inizio di un nuovo ciclo.
Le mestruazioni sono dunque solo una parte del ciclo ormonale e si manifesta in media ogni 28 giorni.

In fase di assunzione di contraccettivi ormonali non si può parlare invece di vera e propria mestruazione fisiologica, in quanto il sanguinamento che si presenta durante il corso della sua assunzione è in realtà una falsa mestruazione. La pillola anticoncezionale va difatti a mettere a riposo le ovaie diminuendo di gran luga anche i dolori premestruali.

Leggi anche: "Qual'è la fase follicolare del ciclo"

Ciclo che stenta ad arrivare, si può essere incinta?

Se prendendo la pillola si ha un ritardo del ciclo, la prima cosa da fare sarà quella di escludere una gravidanza, in quanto, nonostante la pillola preveda il 99% di efficacia non si dimentichi che rimane sempre il rischio dell'1%

Rischio che aumenta se:

  • si dimentica l'assunzione della pillola per più di 36 ore,
  • nel caso in cui vi sia stata una sospensione repentina e immotivata.

L'assenza di mestruzione, soprattutto se la pillola è stata prescritta non esclusivamente come anticoncezionale, può esser causato anche:

  • uno dosaggio troppo basso, non in grado di bloccare l'ovulazione,
  • presenza di condizioni che vadano a bloccare l'assorbimento da parte dell'organismo, quali possono essere vomito e diarrea meno di 5 ore dopo l'assunzione.

Sarà in ogni caso necessario rivolgersi al medico o al ginecologo che valuterà e affronterà prontamente la situazione.

Leggi anche: "Antibiotici e pillola anticoncenzionale"

Addio ciclo, la nuova pillola

Nata da alcuni anni negli Stati Unuti, la nuova pillola contraccettiva, formata dalla combinazione di progestinici e di un estrogeno, va assunta senza interruzione per i primi 84 giorni, seguita poi da altri 7 giorni di pillole contenenti solo etinilestradiolo. Questo trattamento, andrebbe a ridurre il flusso mestruale mensile, che si avrà ivece per un totale di quattro volte l'anno. Ma attenzione, valutare bene prima di interrompere il flusso naturale dell'organismo.

Leggi anche: "Pillola del giorno dopo, come funziona in Ue"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso