9 Luglio Lug 2018 0626 09 luglio 2018

Come si fa la barca di San Pietro

  • ...

San Pietro, l'apostolo scelto da Gesù come “roccia” (da qui il significato del nome "Pietro"), su cui gettare le basi della Chiesa, viene festeggiato il 29 giugno.

Patrono di muratori, ciabattini, orologiai, portieri, pescatori, pescivendoli viene invocato in caso di trombe marine o di ardue battute di pesca, e come ogni Santo che si rispetti, sono a lui legate numerose tradizioni e leggende: una di queste, quella della barca di San Pietro.

La leggenda della barca di San Pietro

Come la maggior parte delle persone sapranno, San Pietro era un pescatore, ed è per questo che il suo culto è stato da sempre maggiormente diffuso tra marinai.

Numerose le credenze riguardanti la notte tra il 28 e il 29 giugno: c'è chi crede che non si debba uscire in barca per scampare il pericolo di burrasche e temporali, chi pensa che questa sia una notte proficua per la pesca, e chi la considera una notte benevola, portatrice di pioggia finalizzata ad un buon raccolto.

Ma la leggenda maggiormente conosciuta è quella della "barca di San Pietro", barca che appare proprio nella notte tra il 28 e il 29 giugno, come una piccola “magia”, a cui si ricorreva per predire il meteo e la qualità del raccolto. La tradizione, diffusa maggiormente nel nord Italia, consisteva nel far colare (in tale notte), in un contenitore di vetro pieno di acqua, un albume; esso veniva poi posto su di un prato, un giardino o anche un davanzale; in esso, raccogliendosi la prima rugiada del mattino, si andava a formare un effetto scultoreo, conosciuto come “barca di San Pietro”. Secondo la tradizione, ciò è dovuto al soffio del Santo che, alla vigilia della sua festa, voleva far sentire la sua vicinanza ai fedeli.. Il fenomeno è però scientificamente spiegato prendendo in considerazione la temperatura della notte più fresca, che permetterebbe all’albume di rapprendersi formando il veliero.

Ad ogni modo, a seconda della forma che il veliero assumeva, esso poteva essere considerato premonitore di, buono o cattivo tempo e di conseguenza, buono o cattivo raccolto.

  • Se il veliero aveva vele aperte, allora erano previste giornate di sole,
  • Se la barca aveva vele chiuse e strette la pioggia era in arrivo.

Leggi anche: "Qual è la leggenda di San Martino"

Realizzazione della barca di San Pietro

Chiunque avesse voglia di provare questo "esperimento" la notte del 28 giugno dovrà munirsi di:

  • un albume d’uovo
  • un fiasco senza paglia o un vaso di vetro trasparente, piuttosto panciuto

Procedimento:

  • riempire d’acqua poco più della metà del fiasco/vaso e versarvici dentro la chiara d’uovo;
  • porre il fiasco/vaso sotto una pianta e lasciarlo riposare all’aperto tutta la notte, affinchè prenda la rugiada.

Durante la notte la chiara andrà a creare così dei filamenti che assumeranno vagamente la forma di una barca con le vele, la barca di san Pietro appunto.

Leggi anche: "Come scegliere carrello barca"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso