6 Agosto Ago 2018 1010 06 agosto 2018

Come regolare temperatura frigo

  • ...

Il frigorifero è uno degli elettrodomestici più importanti nell’economia domestica, in quanto consente di conservare i cibi freschi o cotti ed evitare di dover fare la spesa praticamente ogni giorno.

Ogni frigo richiede di conseguenza una attenta manutenzione, che non consiste in interventi particolarmente impegnativi ma necessita piuttosto di accorgimenti semplici e ripetuti.

Tra i fattori a cui prestare maggiormente attenzione, c’è indubbiamente la temperatura interna dell’elettrodomestico.

Leggi anche "Quanto durano verdure cotte in frigo"

Come capire a che temperatura regolare il frigo

La maggior parte delle volte quando si acquista un nuovo frigorifero non si sa a che temperatura impostarlo, perché la rotellina numerata che si trova in alto a destra, vicino ad una piccola scatola di plastica, non ha istruzioni che spieghino a cosa corrispondo i diversi numeri. In realtà la scatola di plastica è semplicemente un termostato e la rotella che gli sta a fianco serve a variare la temperatura interna a seconda delle esigenze e dell’utilizzo dell’elettrodomestico.

Leggi anche "​Come sostituire termostato frigo"

Di solito la rotella dispone di cinque numeri tra l’1 e il 5, anche se in alcuni casi i libelli arrivano fino al 7. La prima cosa da capire è che ai numeri più bassi corrispondono temperature più elevate, mentre spostandosi sui numeri più alti la temperatura del frigorifero si abbassa, quindi per raffreddare l’elettrodomestico è necessario regolare la manopola sui numeri più alti. Purtroppo non esistono dei riferimenti precisi in termini di corrispondenza tra i numeri della manopola e delle temperature in gradi, tuttavia è ugualmente possibile orientarsi con una certa facilità.

In condizioni normali, la rotella deve essere impostata sui valori 1 o 2, che mantengono una temperatura tra i 4 e gli 8 gradi; per facilitare le cose, alcuni modelli di ultima generazione dispongono anche di un display per monitorare la temperatura interna. Ad ogni modo, mantenersi tra i 6 e gli 8 gradi permette di conservare al fresco gli alimenti, mentre temperature più basse potrebbero portare ad un congelamento parziale o comunque ad un maggiore sbalzo con la temperatura ambiente, danneggiando le proprietà dei cibi.

D’estate sarebbe meglio abbassare un po’ la temperatura del frigo, ma bisogna evitare la formazione di lastre di ghiaccio sul fondo o l’eccessivo indurimento di frutta e verdura. Anche frigoriferi quasi pieni dovrebbero avere temperature leggermente inferiori alla media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso