29 Ottobre Ott 2018 1137 29 ottobre 2018

Come fare il cubo di Rubik a strati

  • ...

Nel corso dell'infanzia più o meno tutti hanno ricevuto come regalo un cubo di Rubik; alcuni sono riusciti a risolvere il rompicapo, mentre altri non ne sono mai venuti a capo, magari innervosendosi e abbandonando presto la “missione”.

I fallimenti però forse sono legati all'assenza di metodo: esistono diversi metodi per completare il rompicapo; in questo articolo verrà spiegato come fare il cubo di Rubik a strati.

Leggi anche: "Come costruire un aquilone"

Il metodo a strati per fare il cubo di Rubik

Dal nome si intuisce facilmente che l'obiettivo di questa strategia è quello di risolvere il cubo strato per strato, in modo da non dover fare chissà quali sforzi per ricordare le mosse da completare.

Il metodo a strati prevede diversi passi per arrivare alla soluzione finale: è uno dei metodi più semplici per fare il cubo di Rubik, ma non rientra nella lista delle strategie più veloci (con un po' di allenamento ci si impiega circa un minuto).

Le mosse da seguire

Ecco i passi da seguire per fare il cubo di Rubik a strati:

  1. si cerca di creare una croce con i cubetti bianchi su una faccia del cubo;

  2. i quadratini a spigolo della faccia con la croce devono “confinare” con un quadratino dello stesso colore del centro della faccia sottostante;

  3. ora bisogna completare la faccia bianca posizionando correttamente gli angoli: se la croce era stata fatta in modo corretto, le manovre da fare sono R U R' U' (ovvero si ruota di 90° in senso orario la faccia destra, poi si ruota di 90° in senso orario la faccia superiore, poi si ruota di 90° in senso antiorario la faccia destra e infine si ruota di 90° in senso antiorario la faccia superiore; l'operazione va ripetuta finché l'angolo non è nella posizione corretta) dopo aver posizionato l'angolo corretto sotto la colonna giusta;

  4. si ripetono le mosse appena viste per tutti gli angoli in questo modo la faccia bianca e il primo strato del cubo saranno completati correttamente;

  5. si deve ruotare il cubo mettendo la faccia bianca verso il basso;

  6. per farlo bisogna ruotare lo strato superiore in modo tale che lo spigolo sia adiacente ad un quadratino centrale dello stesso colore (si forma in questo modo una specie di T ribaltata);

  7. a seconda della direzione in cui deve essere mandato lo spigolo bisogna seguire un algoritmo: per spostarlo a destra bisogna fare U R U' R' U' F' U F, mentre per spostarlo a sinistra bisogna fare U' L' U L U F U' F';

  8. si deve procedere così finché non si completa il secondo strato;

  9. ora si deve completare la faccia superiore (che sarà quella gialla): bisogna quindi creare una croce gialla, esattamente come era stata fatta quella bianca all'inizio, ma in questo caso si utilizza l'algoritmo F R U R' U' F' (da ripetere più volt a seconda del caso);

  10. per sistemare in modo corretto gli spigoli bisogna utilizzare un altro algoritmo, ovvero R U R' U R U2 R' (anche in questo caso l'operazione va ripetuta finché non si raggiunge il risultato voluto);

  11. le ultime mosse riguardano gli angoli: tenendo l'angolo giusto sulla sinistra in alto e l'angolo sbagliato sulla destra in alto si deve seguire l'algoritmo con le manovre R U' L' U R' U' L U;

  12. il cubo di Rubik è quasi completo: per sistemare gli angoli bisogna posizionare il cubo in modo tale che l'angolo da sistemare sia di fronte al giocatore verso il basso, poi si potrà procedere con l'algoritmo visto in precedenza R U R' U' finché l'angolo non si trova nella giusta posizione.

Leggi anche: "Come fare il cubo di Rubik 3x3"

Come leggere gli algoritmi

Il significato delle lettere utilizzate negli algoritmi è il seguente:

  • F = si ruota di 90° in senso orario la faccia frontale

  • R = si ruota di 90° in senso orario la faccia alla destra del giocatore;

  • U = si ruota di 90° in senso orario la faccia che sta in alto;

  • B = si ruota di 90° in senso opposto a F la faccia posteriore;

  • L = si ruota di 90° in senso opposto a R la faccia sinistra;

  • D = si ruota di 90° in senso opposto a U la faccia che sta in basso;

  • gli apici dopo le lettere (ad esempio F' o R')indicano che bisogna fare rotazioni in senso antiorario;

  • il 2 posizionato dopo la lettera (ad esempio F2 o R2) stanno ad indicare ch bisogna fare rotazioni doppie, ovvero di 180 gradi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso