18 Maggio Mag 2018 1234 18 maggio 2018

Cosa fare se non si trova lavoro

  • ...

Quando non si riesce a trovare un lavoro il pericolo più evidente è quello di perdersi d'animo e sembra che questo scoglio così drammaticamente importante non sia superabile.

Tuttavia, il problema di cercare lavoro e poi trovarlo non appartiene solo a poche persone; infatti oggi è un cruccio per molti data la situazione precaria e difficile in cui versa la nostra amata Italia, basti pensare alla lunga crisi dei Centri per l'impiego.

E' indubbiamente un periodo difficile in cui bisogna reinventarsi, cioè scoprire dei lati occupazionali che a prima vista non si vedono.

Quindi, allontanando il più possibile la disperazione e l'autocommiserazione, si consiglia di scrivere Curriculum, chiedere a chiunque anche in rete, ma soprattutto cercare nel modo giusto quell'impiego che sia più vicino alle proprie esperienze e capacità.

In effetti, il metodo tradizionale per trovare un lavoro non offre al giorno d'oggi i risultati sperati.

Ecco come procedere

  • La prima mossa vincente è capire se un'esperienza lavorativa, una passione personale, un hobby o un'attività particolare svolta in passato possa interessare qualcuno, che sia un'azienda o un privato.
  • Secondo punto, da non sottovalutare, è proprio quello di approfondire le conoscenze recenti o più datate che siano sul web o nella vita reale e magari anche a livello quotidano. Perché pure il fruttivendolo sotto casa potrebbe offrire delle possibilità occupazionali, dato che lui stesso ha delle conoscenze e quindi il ciclo del passaparola potrebbe terminare in altri settori lavorativi.
  • Inoltre, il concentrarsi sulle proprie attitudini e potenzialità serve per sapere a chi rivolgersi in modo specifico, mentre il concetto d'inventare un nuovo lavoro è sicuramente utilissimo per spiazzare il mercato.
  • E poi ancora, organizzare le proprie giornate al fine di essere sempre pronti alle novità è una sana abitudine, dato che cercare lavoro diventa un lavoro.

Alla fine, si consiglia dopo un lungo periodo di stress e di ricerca, una breve pausa di riflessione per ricaricarsi completamente. Può essere intesa come un momento di autoanalisi e quindi la soluzione adatta ai ripensamenti e a nuove idee.

Leggi anche: cosa fare se si perde il lavoro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso