16 Ottobre Ott 2018 1053 16 ottobre 2018

Chi redige il dvr

  • ...

La sicurezza negli ambienti lavorativi è un tema quanto mai attuale e su cui riflettere a fondo. Esiste un Documento di Valutazione del Rischio (il dvr) che si occupa di fornire le linee guida per valutare i rischi, di ogni genere, riguardo salute e sicurezza dei lavoratori in azienda.

In questo documento vengono prese in considerazione le attrezzature di lavoro, sostanze chimiche ed infiammabili utilizzate, sistemazione dei locali di lavoro che rispettino le norme e particolare attenzione per i gruppi di lavoratori più esposti a rischi.

Redarre questo documento è obbligatorio per ogni azienda.

Leggi anche Pandemia da lavoro

A chi spetta il compito di redigere il documento di valutazione del rischio

Questo documento così importante viene scritto dal datore di lavoro insieme al Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione ed anche in collaborazione con il Medico competente, non prima di essersi confrontati e consultati con il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

La redazione del dvr prevede che prima si siano valutati i rischi specifici per ogni azienda. Ci sono dunque varie fasi da tenere in considerazione nella valutazione dei rischi.

  1. Individuazione di pericoli e rischi (individuare sul luogo di lavoro i fattori potenziali che potrebbero arrecare danni ai lavoratori).
  2. Attribuire un ordine di priorità ai rischi (se ci sono rischi già esistenti si deve valutarne la gravità e le probabilità e classificarli per ordine di pericolosità ed importanza).
  3. Decidere le azioni di prevenzione (stilare un elenco di identificazione delle misure più adeguate per l'eliminazione o il contenimento e controllo dei rischi).
  4. Interventi concreti (attuare le misure di protezione e prevenzione, individuare i responsabili addetti all'attuazione di tali misure, redigere il calendario di intervento e le scadenze entro cui portare a compimento le azioni messe in previsione).
  5. Controllo e riesame (la valutazione dei rischi va revisionata a intervalli regolari per garantirne il giusto aggiornamento; la revisone va rivista ogni volta che all'interno dell'azienda avvengono cambiamenti rilevanti o quando si verificano infortuni o incidenti sul luogo di lavoro).

Leggi anche Come fare la data certa

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso