19 Novembre Nov 2018 1152 19 novembre 2018

Caldaia rotta chi paga

  • ...

Spesso chi vive in affitto si ritrova in situazioni poco chiare in cui non sa se spetta a lui riparare eventuali danni e/ rotture ad impianti e mezzi necessari per vivere in appartamento, oppure se la riparazione e/o sostituzione spetta al propietario dell'immobile.

A scanso di equivoci è bene fare un po' di chiarezza.

Leggi anche "Manutenzione caldaia casa in affitto chi paga"

Chi paga la rottura della caldaia

Stando a quanto espresso dalla Corte di Cassazione, tutto ciò che riguarda "interventi di piccola manutenzione" non spettano all'inquilino ma al propietario se concernono l'impianto elettrico, termico ed idrico.

Questi sono da considerare necessari per la vivibilità nell'immobile e sono sempre a carico del propietario.

Nel caso specifico della rottura della caldaia, anche questa rientra tra gli obblighi a carico del propietario nel caso in cui la caldaia sia troppo datata o presenti segni di usura.

Inoltre al propietario spettano anche le spese per l'adeguamento a legge della caldaia, oltre a costi di installazione e mantenimento eccezionali.

All'inquilino spetta solamente la manutenzione annuale e il controllo dei fumi; oltre a saldare i costi relativi alle bollette del riscaldamento, tutto ciò che riguarda gli obblighi che si trovano all'interno del libretto della caldaia, manutenzione ordinaria, aggiornamento del libretto e sostituzione di varie componenti relativi alla caldaia se è negligenza dell'inquilino.

Leggi anche "Perchè si brucia la scheda della caldaia"

Caldaia condominiale

Nel caso in cui l'impianto caldaia riguardi il condominio, se accade una rottura dello stesso, le spese vanno suddivise tra gli inquilini, fermo restando che al propietario spettano sempre i costi visti in precedenza (costi di installazione, manutenzione straordinaria, adeguamento e sostituzione della caldaia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso