20 Dicembre Dic 2017 1101 20 dicembre 2017

Che differenza c'è tra cancro e tumore

  • ...

Per i meno esperti di medicina spesso molti termini appaiono simili e intercambiabili, quindi molte volte si rischia di nominare impropriamente alcune malattie o disfunzioni. Ad esempio, per quanto riguarda cancro e tumore, capita di incontrare persone che usano questi termini come sinonimi, quando in realtà esiste una differenza abbastanza rilevante tra di essi. È bene capire con precisione cosa si intende in questi casi, perché altrimenti ci potrebbero essere incomprensioni e problemi, soprattutto quando si presenta la propria situazione a un medico.

Cos’è il tumore

Il termine tumore viene dal latino e indica un rigonfiamento o un gonfiore. In generale si parla di tumore quando si vuole nominare una patologia che si manifesta come crescita eccessiva di un qualsiasi tessuto appartenente all’organismo umano. I tumori sono tanti e possono avere diversi nomi specifici a seconda della parte del corpo che interessano, ma in generale tutti i tumori sono divisi in due grandi categorie: quelli benigni e quelli maligni.

I tumori benigni non sono pericolosi per la vita e crescono molto lentamente, rimanendo abbastanza circoscritti alla zona in cui si formano e non creando problemi particolari. I tumori maligni, invece, sono molto più dannosi e intaccano gli organi vitali più importanti. La loro crescita è velocissima e a volte fulminea, arrivando a compromettere il funzionamento delle varie parti anche nell’arco di poche settimane. In caso di metastasi, le cellule tumorali sono persino in grado di migrare in altre zone e produrre nuovi tumori.

Tra i tumori più frequenti ci sono la leucemia, il mieloma, l’adenocarcinoma, il carcinoma epidermoide, il linfoma Hodgkin, il linfoma non-Hodgkin e il sarcoma. Ognuno di questi tipi di tumore può suddividersi ulteriormente e, ad esempio, esistono 20 diversi linfomi non-Hodgkin.

Cos’è il cancro

Il cancro è un nome generico per tutti i tumori di tipo maligno. Tra di essi il più temibile è certamente il melanoma difficile da rilevare ma estremamente grave: sulla pelle si vede solo un grosso neo, ma quando il tumore raggiunge i vasi sanguigni diventa in grado di muoversi e spostarsi per tutto l’organismo, creando masse tumorali potenzialmente ovunque.

Ogni cancro deve essere trattato in un modo specifico, spesso combinando più trattamenti che fermino la malattia e la attacchino su più fronti. In alcuni casi i tumori possono essere ereditari, ma più spesso si formano in seguito a stili di vita poco adatti, alimentazione e attività fisica poco curate, virus e equilibri psicologici precari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso