3 Maggio Mag 2018 1333 03 maggio 2018

Quali sono i fermenti lattici senza lattosio

  • ...

I fermenti lattici, così chiamati ma in modo errato, non sono altro che un gruppo di batteri che hanno il compito di metabolizzare il lattosio all’interno dell’organismo, ovvero il 98% circa degli zuccheri contenuti nel latte. Giocano un ruolo fondamentale all’interno dell’organismo, in quanto indispensabili per il benessere dell’intestino e della cosiddetta flora batterica intestinale.

Fermenti lattici per gli intolleranti

Può succedere però che l’equilibrio della flora batterica venga meno, a causa di diversi fattori quali ad esempio lo stress o la diarrea, e in questo determinato caso, il soggetto che ne soffre, ha la necessità di assumere dei fermenti lattici vivi, ovvero i probiotici, dei particolari batteri che si occupano del corretto assorbimento del lattosio. Qualora un soggetto intollerante al lattosio, risconti un malfunzionamento della sua flora intestinale, e si vedrà costretto ad assumere dei fermenti lattici, il mondo della farmacologia fortunatamente, ha fatto passi da giganti ed è andato in suo soccorso, creando dei fermenti lattici senza lattosio aventi la stessa funzione, ed è possibile acquistarli in farmacia, parafarmacia e persino online.

I probiotici negli alimenti

I fermenti lattici possono essere assunti non solo tramite farmaci, ma anche sotto forma di prodotti alimentari acquistabili in ogni supermercato. Anche gli alimenti giocano un ruolo importante nell’assunzione dei fermenti lattici, e quelle persone intolleranti al lattosio, non devono far altro che scegliere gli alimenti prodotti con particolari tipologie di latte senza lattosio, quale ad esempio il latte caprino che è il più utilizzato, in questo modo si aiuta a migliorare la flora batterica intestinale, stando lontani dal pericolo di un’intolleranza al lattosio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso