6 Giugno Giu 2018 1102 06 giugno 2018

Vermi intestinali adulti sintomi e rimedi

  • ...

I vermi intestinali sono un problema che spesso affligge i bambini in età prescolare, ma purtroppo a volte possono infettare anche persone già adulte. Anche un piccolo parassita è sufficiente ad infettare l’intestino o la zona anale, dunque è necessario sapere come interpretare i primi sintomi ed eventualmente come comportarsi per risolvere il problema.

Le cause dei vermi intestinali

Il motivo più comune che porta a contrarre dei vermi intestinali, detti ossiuri, è una scarsa igiene intima. Il più delle volte le uova dei vermi si accumulano nell’ano e da qui si spostano su altre superfici, causando varie infezioni: è sufficiente toccare le zone contaminate e mettersele in bocca senza lavarsi le mani, per rischiare di ingerire le uova e causare il proliferare dei vermi nel nostro organismo.

Le uova possono essere trasmesse anche con gli asciugamani o le lenzuola, con la biancheria intima e tutti gli altri capi di abbigliamento. Le uovo del verme sopravvivono fino a tre settimane e non solo si attaccano con grande facilità ad ogni superficie, ma possono anche essere respirate e poi ingerite, proliferando nell’organismo nell’arco di un paio di mesi.

Le cure per i vermi intestinali

Il rimedio più frequente per l’eliminazione dei vermi intestinali è l’assunzione di una pastiglia di mebendazolo; se il problema persiste è possibile ripetere il trattamento di settimana in settimana, sotto il costante controllo del medico. Generalmente ogni trattamento deve evitare il peggioramento del problema ma soprattutto il suo ripresentarsi in futuro, quindi è bene che anche i familiari o le persone vicine a chi è stato contaminato si sottopongano ad un trattamento di pulizia con alcuni farmaci leggeri.

Per prevenire la contaminazione conviene lavarsi frequentemente le mani e mantenere gli ambienti puliti, durante e soprattutto dopo la malattia. Ci sono anche altri piccoli accorgimenti che vale la pena prendere: tenere le unghie corte e non mangiarsele, cambiare la biancheria ogni giorno, lavarsi regolarmente sciacquando bene ogni parte, non condividere con altri gli asciugamani e tenere gli spazzolini in un luogo chiuso e al riparo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso