29 Giugno Giu 2018 2305 29 giugno 2018

Vie biliari cosa sono

  • ...

Le vie biliari non sono altro che dei canalicoli che hanno, come compito, quello di condurre la bile, raccolta dal fegato, all’interno dell’intestino. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio le vie biliari, cosa sono e cosa mangiare per chi ha alcuni disturbi.

Vie biliari: da cosa sono composte?

Le vie biliari sono composte innanzitutto dal condotto epatico, proveniente dal fegato (leggi anche quali sono i sintomi del cancro alle vie biliari). Dal condotto cistico, proveniente dalla colecisti, e dal coledoco, che nasce dall’unione tra il condotto epatico e il condotto cistico. Il coledoco inoltre fuoriesce nell’intestino tramite la papilla del Vater, nel secondo tratto del duodeno. La bile è importantissima poiché favorisce la corretta digestione dei grassi. La bile viene concentrata dalla colecisti assorbendone i Sali minerali e acqua.

Cosa mangiare quando si hanno disturbi alla colecisti e alle vie biliari?

Chi ha problemi alla colecisti solitamente deve evitare assolutamente i cibi molto grassi. Da escludere dunque i fritti, le salse piccanti, i sughi, le patate al fiammifero e le uova. Ma non solo. Chi ha questi disturbi deve anche evitare l’assunzione di cavoli, cavolfiori, pelle di volatili, ravanelli, frutta cruda e cavolini di Bruxelles. C’è da dire comunque che i disturbi alle vie biliari, così come quelli alla colecisti, sono molto frequenti (leggi anche perchè si esporta la cistifellea). Nello specifico gran parte delle volte la causa della cattiva digestione è da imputare proprio a questo genere di disturbo. Asportare la colecisti inoltre di solito è una soluzione che viene adottata per coloro che hanno superato la mezza età.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso