10 Luglio Lug 2018 1857 10 luglio 2018

Perché si gonfiano i piedi

  • ...

Disturbo frequente e anche piuttosto fastidioso, quello dei piedi gonfi, che si manifesta in tutte le persone, senza alcuna distinzione di età e di sesso. Chiaramente, le persone più anziane, e quelle che per professione, devono restare a lungo in posizione eretta o seduta senza potersi muovere abbastanza (è il caso ad esempio di: parrucchieri, commessi, cuochi, venditori al banco, impiegati, studenti, operatori informatici ecc.), sono maggiormente a rischio.

Leggi anche: "Perché quando mangio mi si gonfia la pancia"

Piedi gonfi: le possibili cause

Il gonfiore si esterna quando, nei tessuti adiposi sottocutanei, si accumulano quantità di liquidi superiori alla norma. Tale patologia è causa di fastidiosi disturbi come: la difficoltà di indossare le scarpe, fastidio e difficoltà motorie.

All'origine di questo problema può esserci:

  • l'utilizzo di calzature inappropriate, come collant particolarmente attillati o scarpe strette e con tacchi troppo alti,
  • l’obesità,
  • un'insufficienza venosa cronica, condizione patologica che si manifesta, in particolar modo, nelle persone anziane e di genere femminile,
  • un regime alimentare ricco di sale,
  • uno stato di gravidanza,
  • un'infiammazione o infezione cutanea,
  • l’assunzione di farmaci calcio-antagonistici,
  • l’assunzione a lungo termine di farmaci diuretici,
  • la periartrite,
  • un'insufficienza renale,
  • la cirrosi,
  • uno scompenso cardiaco,
  • la tallonite,
  • il piede piatto.

Le cause del gonfiore monolaterale

Anche nel caso in cui a gonfiarsi sia un unico piede, le cause possono essere molteplici.

Oltre alle cause di natura traumatica (che provoca la formazione di un ematoma con successivo gonfiore), altri responsabili sono:

  • la trombosi venosa,
  • le infiammazioni articolari,
  • il linfedema, patologia caratterizzata da un eccessivo accumulo di linfa legato a un’anomalia a livello del sistema linfatico.

Piedi gonfi: cosa fare

Prima cosa da fare, in caso di gonfiore monolaterale o bilaterale dei piedi, sarà quella di consultare il proprio medico curante, affinché il problema venga inquadrato correttamente, così da capirne le cause e procedere con le adeguate cure.

Vi sono però alcune strategie che possono consentire i di minimizzare il problema, come:

  • l’indossare calzature comode e con tacchi non eccessivamente alti;
  • muoversi di più durante la giornata anche nel caso in cui le professioni svolte costringano a restare a lungo nella stessa posizione (eretta o seduta che sia);
  • l'adozione di un corretto stile di vita (sia per ciò che concerne l'alimentazione (fumo e alcol compresi), sia per quanto riguarda l'attività fisica).

Leggi anche: "Cosa mettere nell'acqua per ammorbidire i piedi"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso