13 Luglio Lug 2018 0931 13 luglio 2018

Gentamicina e Betametasone a cosa serve

  • ...

Gentamicina e Betametasone sono due principi attivi che si trovano solitamente in creme o unguenti utilizzati per patologie infettive di varia natura, come ferite infette, reazioni allergiche e infezioni cutanee di natura batterica.

Leggi anche "Ferite infette cosa fare"

Che cosa è Gentamicina e Betametasone e a cosa serve

La Gentamicina appartiene al gruppo degli antibiotici aminoglicosidici ed è particolarmente indicata contro le infezioni da batteri sia Gram negativi sia Gram positivi.
Il Betametasone invece appartiene al gruppo dei corticosteroidi, utilizzati per alleviare le infiammazioni e le allergie. E’ quindi un composto cortisonico con la presenza di un ormone capace di avvertire l’organismo della presenza di un’infezione facendo aumentare la pressione arteriosa e conducendo l’organismo ad una reazione di lotta o fuga.

Leggi anche "Quale tipo di batteri è più resistente alla terapia antibiotica"

Gentamicina e Betametasone vengono utilizzati per le seguenti patologie:

  • eczemi, dermatiti da contatto e dermatiti seborroiche
  • reazioni cutanee causate da stati infiammatori della pelle con sensazioni di prurito;
  • prurito all’ano e ai genitali (anogenitale) e prurito che si manifesta negli anziani (senile);
  • irritazione della pelle causata da una continui sfregamenti di due parti del corpo
  • irritazione causata da bruciature ed esposizione non protetta ai raggi solari
  • psoriasi, malattia infiammatoria cronica della pelle che coinvolge il sistema immunitario.

Creme come Gentalyn Beta® e altri medicinali con gli stessi principi attivi (equivalenti), vengono spesso utilizzati per curare anche l' acne infetta, come pustole sebacee contenenti pus che hanno bisogno di essere trattate sconfiggendo quei batteri causa dello sfogo cutaneo.
Questi tipi di creme dimostrano l'efficacia anche sulle punture di insetto, alleviando velocemente i sintomi di prurito e gonfiore.
E' comunque opportuno chiedere un consiglio dermatologico per questi problemi cutanei per evitare un uso improprio del componente cortisonico che si trova all'interno; potrebbero infatti insorgere complicazioni o reazioni agli sfoghi dati da un uso errato o prolungato del prodotto.

Leggi anche "Come eliminare i brufoli"

Come usare Gentamicina e Betametasone

La crema va applicata 2-3 volte al giorno sulla zona interessata in modeste quantità, massaggiandola sull’area infetta fino all’assorbimento.
Prima di applicare la crema sarà necessario pulire bene la cute lesa, disinfettandola e tamponandola.
Successivamente è consigliata l’applicazione di una garza che coprendo la zona la proteggerà da eventuali agenti esterni.

Controindicazioni e effetti indesiderati


La crema a base di Gentamicina + Betametasone allo 0,1% + 0,1% è non presenta particolari controindicazioni. Tuttavia, la presenza di (Betametasone) può causare la comparsa di reazioni cutanee transitorie quali secchezza dell’area, prurito, follicolite e gonfiore. Sospendere l’utilizzo della crema se il farmaco non offre segni di miglioramento e comporta reazioni cutanee di carattere allergico.

Leggi anche "Quali sono gli effetti collaterali del cortisone"

Gentamicina + Betametasone sono controindicati in presenza di tubercolosi cutanea, Herpes simplex e altre infezioni virali della pelle;
Si sconsiglia l’utilizzo durante gravidanza e allattamento ed a tutti quei soggetti ipersensibili ad anche uno dei due dei principi attivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso