16 Luglio Lug 2018 1044 16 luglio 2018

Cymbalta a cosa serve

  • ...

Cymbalta è un farmaco venduto in compresse rigide che ha come componente attivo la Duloxetina (Duloxetina cloridrato).
Queste capsule gastroresistenti, agiscono sui livelli del sistema nervoso aumentando le percentuali di serotonina e di noradrenalina, responsabili del controllo stabile dell’umore.
Cybalta è presente in due dosaggi, 30 mg e da 60 mg, che devono essere prescritti dal medico curante a seconda della patologia riscontrata.

Leggi anche "Come superare la depressione senza farmaci"

A cosa serve Cymbalta

Considerato come antidepressivo, Cymbalta serve per la cura e il controllo di malattie psicofisiche quali disturbi depressivi maggiori, disturbi d’ansia generalizzati e dolori da neuropatia diabetica periferica che comportano effetti alle terminazioni nervose di braccia e gambe.

Cosa sono serotonina e Noradrenalina

La serotonina e la noradrenalina sono due neurotrasmettitori che incidono sul benessere psicofisico dell’individuo.
La Serotonina in particolare controlla l’impulsività, l’ideazione suicidaria, l’umore, l’appetito, il sonno, le funzioni cognitive e la sessualità…
La noradrenalina, come la dopamina invece, incide principalmente sulla concentrazione, l’euforia, l’attività psicomotoria, l’energia e le funzioni cognitive.
La carenza di tali neurotrasmettitori comporta un limite dell'attività psicomotoria e dell'energia psichica causando uno stato depressivo che sfocia nella perdita di ogni interesse e, in generale, una riduzione della capacità psicomotoria.
Il medicinale Cymbalta, grazie al principio attivo della Duloxetina, ha una buona efficacia sull’umore, stimolando i neurotrasmettitori a lavorare efficacemente sugli stati psicologici compromettenti.

Posologia

Il medicinale ha un dosaggio che varia a seconda dei disturbi diagnosticati.

Per i disturbi depressivi maggiori si consiglia l’assunzione di una capsula da 60 mg uno volta al giorno indipendentemente dai pasti.
La reazione terapeutica non è immediata, Cybalta deve essere assunto regolarmente per un periodo variabile dalle 2 alle 4 settimane. Solo dopo aver finalizzato la cura, il medicinale inizierà a dare una risposta benefica.

È possibile prolungare il trattamento per diversi mesi per evitare l’effetto di recidive, ancora, per pazienti con disturbi cronici e ripetuti è possibile pensare ad una terapia più incisiva, con l’assunzione di un dosaggio maggiore che può variare oltre i 60 mg fino ai 120 mg al giorno.

Nel disturbo di ansia generalizzato invece si prescrivono dosi minori di farmaco, che deve essere assunto in 30 mg al giorno; solo in casi di non-risposta al principio attivo, il medico, a seconda dell' efficacia clinica, potrebbe ovviare su una maggiore dose di farmaco giornaliera.
La risposta del paziente non è immediata, infatti anche per questa patologia è necessario attendere dalle 2 alle 4 settimane di trattamento.

I casi di naturopatia diabetica periferica sono trattati con un dosaggio di 60 mg al giorno, con eventuale aumento delle dosi a seconda della risposta clinica del paziente. Anche in questo caso i tempi di somministrazione variano e le risposte migliorative alla patologia devono attendere un arco di almeno due mesi.

Sono sconsigliate interruzioni brusche del medicinale che deve essere interrotto in modo graduale.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il medicinale non va assunto quando il paziente:

  • È intollerante al principio attivo
  • Soffre di patologie epatiche e renali
  • Assume altri antidepressivi
  • Ha problemi cardiocircolatori
  • H altri disturbi di natura cronica
  • È in stato di allattamento o gravidanza e non ha seguito un parere medico
  • Ha meno di 18 anni

Leggi anche "Quali sono gli antidepressivi pediatrici"

S’intende che la presente spiegazione deve essere utilizzata solo a scopo informativo, pertanto è indispensabile rivolgersi al proprio medico per evitare assunzioni scorrette del medicinale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso