28 Agosto Ago 2018 0956 28 agosto 2018

Perché vengono i crampi

  • ...

Un’esperienza che almeno una volta tutti hanno provato nella vita è quella del classico crampo notturno. Una contrazione brusca quanto penosa che scuote dal sonno e provoca dolore alle gambe o in altri punti del corpo.

Leggi anche "crampi notturni un problema che affligge molte persone"

Cosa è un crampo

Un crampo si può definire come una contrazione involontaria di un muscolo del corpo, per cui si avverte una serie di fitte dolorose, che spesso irrigidiscono il punto che ne sta soffrendo. I muscoli più colpiti di solito sono i polpacci, i piedi e le cosce, ma per fortuna il crampo è un fenomeno temporaneo, che dura poco.

I fattori scatenanti

Un crampo può arrivare per diversi motivi. Tra questi una forte disidratazione, uno stress eccessivo, un affaticamento intenso del corpo oppure un evento molto banale, come l’aver mantenuto per un tempo prolungato la stessa posizione.

Se si verificano troppo di frequente possono essere la spia di una carenza di sodio, potassio, magnesio, calcio o vitamina D. Ma anche un problema circolatorio può indurre i crampi perché si riscontrano degli squilibri nella normalità del flusso circolatorio.

E ancora queste contrazioni possono essere scatenate dalla “sindrome delle gambe senza riposo”, un disturbo a livello neurologico, in cui c’è un immediato e irrefrenabile bisogno di muovere gli arti inferiori.

I crampi possono presentarsi anche durante i mesi della gravidanza o durante un trattamento farmacologico specifico (come con i diuretici) o a causa di disturbi neurologici e muscolari o ancora per delle malformazioni al piede (come il piede cavo).

Leggi anche come scaricare lo stress

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso