22 Ottobre Ott 2018 1222 22 ottobre 2018

Cheloidi cosa sono

  • ...

Sarà capitato a molti di incappare in ferite, ustioni, lesioni a seguito di traumi ed ancora di farsi tatuaggi o mettersi il pircing.

Solitamente a seguito di questi eventi si formano delle cicatrici che in alcuni casi assumono forme rigonfie a cui viene dato il nome di cheloidi.

Cheloidi e simili

Le cicatrici non sono lesioni maligne, molto spesso creano solamente un danno estetico poco piacevole da vedere. Ci sono diversi tipi di cicatrice.

  • Cicatrici atrofiche che si presentano più piccole rispetto la ferita;
  • Cicatrici ipertrofiche quando formano un rialzamento o un rigonfiamneto sulla ferita e sono anitestetiche;
  • Cheloidi che si presentano molto somiglianti alle cicatrici ipertrofiche con l'aggiunta di superare i margini della cicatrice stessa.

I cheloidi non sono pericolosi nonostante si presentino con un colore più scuro rispetto il normale colorito della cute e provochino frequente prurito, oltre a ridurre la mobilità nella zona interessata.

Leggi anche Come coprire una cicatrice

Perchè si manifestano i cheloidi

Le motivazioni per cui si formano i cheloidi vanno ricercate in predisposizioni individuali, nell'etnia di appartenenza, nel sesso della persona, nell'età (spesso colpiscono soggetti giovani).

Non esistono trattamenti particolari e solo in rari casi si deve ricorrere ad un intervento di asportazione chirurgica. Le terapie di più recente applicazione sono: iniezioni di steroidi nella zona interessata; applicazioni di creme a base di steroidi; gel contenenti sostanze simili al silicone che consentono di ammorbidire la cicatrice.

Leggi anche Come eliminare le cicatrici chirurgiche

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso