17 Ottobre Ott 2018 1618 17 ottobre 2018

Come parcheggiare a S

  • ...

Una delle cose che spaventa di più i ragazzi che stanno per sostenere l'esame per la patente o quelli che hanno ottenuto la licenza di guida da poco (ma non solo loro) è il cosiddetto parcheggio a S.

Questo tipo di posteggio prevede un insieme di manovre che per altri tipi di parcheggio (come queli perpendicolari o a spina di pesce) non servono.

Chi è alla ricerca di una piccola guida su come parcheggiare a S è arrivato nella pagina giusta: ecco tutti i passaggi da fare.

Leggi anche: "Come prenotare esame patente"

I passi da seguire per un posteggio perfetto

Il parcheggio a S non è di certo la cosa più semplice da fare, soprattutto se non si è dei provetti piloti, se c'è traffico o se ci si lascia prendere troppo facilmente dal panico: con un po' di pratca e la giusta dose di calma riuscire ad entrare in un posto chiuso da una macchina davanti e un'altra dietro non sarà più un problema.

Ovviamente la prima cosa fa fare è individuare un posto libero e capire se è abbastanza grande per poterci entrare con la macchina.

A questo punto bisogna mettere la freccia per far capire agli altri automobilisti quali sono le intenzioni e ci si posiziona accanto all'auto che si trova davanti al posto che si intende occupare.

Le manovre da eseguire per parcheggiare a S

Ora si deve mettere la retromarcia e quando il volante si trova più o meno in linea con i sedili posteriori dell'auto che è stata affiancata si inizia a sterzare, seguendo una linea che porta il sedere della macchia a circa metà del posto che si vuole occupare (la vettura in pratica si troverà a circa 45° rispetto al marciapiede).

A questo punto si deve girare lo sterzo in senso opposto e si procede in retromarcia fino ad avvicinarsi alla macchina ferma alle spalle.

L'ultima fase consiste nel mettere la prima, girare nuovamente il volante verso il marciapiede per allineare le ruote e mettersi al centro del parcheggio.

Questi erano i passi della guida su come parcheggiare a S: con il tempo la pratica renderà più semplice l'operazione e poi con tutte la tecnologia delle nuove vetture (dai semplici sensori fino al sistema Park Assist, passando per le telecamere posteriori) il parcheggio in retromarcia diventerà un gioco da ragazzi!

Leggi anche: "Come guidare una macchina"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso