11 Giugno Giu 2018 1154 11 giugno 2018

Cosa sono i crediti scolastici

  • ...

Con gli esami di maturità alle porte è impossibile non sentir parlare di crediti scolastici e di crediti formativi. Ma attenzione, i due non sono sinonimi. Mentre il primo si rifà al profitto meramente scolastico dello studente, il secondo, include invece le esperienze maturate al di fuori dell’ambiente scolastico, in conformità con l’indirizzo di studi e debitamente certificate.

Leggi anche: "Come funzionano i crediti delle superiori"

I crediti scolastici: come si ottengono


Quello dei crediti scolastici é un punteggio che si matura durante il triennio della scuola secondaria di II grado: un massimo di 25 punti totali che, sommati al punteggio ottenuto alle prove scritte e alle prove orali dell'esame di stato, andranno a determinare il voto finale dell’esame di maturità. Ad esempio, per avere 100 come voto finale, bisognerà ottenere il massimo dei crediti scolastici, nonché 75 punti all'esame.
I criteri che concorrono all'assegnazione dei crediti scolastici sono:

  • la media dei voti di ciascun anno scolastico
  • il voto in condotta
  • le assenze fatte
  • l’assenza o la presenza di debiti formativi

Per ciò che concerne la media scolastica vi è un'apposita tabella ministeriale di riferimento:

  • con una media uguale a 6, al terzo e al quarto anno si potranno ottenere dai 3 ai 4 punti;
  • con la media del 6 nel quinto anno si potranno avere invece dai 4 ai 5 punti;
  • con una media che oscilli tra il 6 e il 7 si potranno avere, nel terzo e quarto anno, dai 4 ai 5 punti, con la stessa media nel quinto anno dai 5 ai 6 punti;
  • con una media tra il 7 e l'8, al terzo e quarto anno si potrà disporre di 5 o 6 punti, al quinto anno di 6 o 7 punti;
  • con una media che vada dall' 8 al 9, nel terzo e quarto anno, i punti oscilleranno tra i 6 e i 7, nel quinto anno tra i 7 e gli 8;
  • con una media tra il 9 e il 10, nel terzo e quarto anno, si potranno ottenere dai 7 agli 8 punti, nel quinto anno dagli 8 ai 9.

Leggi anche: "Maturità 2018, tutte le date verso l'esame di Stato"

E i crediti formativi?

Attività extrascolastiche, quali possano essere, corsi di teatro, di lingue, di informatica, di musica, di primo soccorso e di volontariato, possono permettere di accumulare ulteriori crediti, che andranno sommati a quelli scolastici. Sarà però importante non dare per scontato che la frequenza di queste attività assicuri il credito formativo, dipenderà infatti dal Consiglio di classe, che avrà il compito di stabilire la validità o meno degli attestati e l'attribuzione dei punteggi. Ovviamente esso agirà sulla base di indicazioni e parametri precedentemente concordati dal Collegio dei Docenti, così che vi sia omogeneità nelle decisioni dei vari Consigli di Classe. Il riconoscimento dei crediti formativi verrà poi riportato su di un certificato allegato al diploma.

Leggi anche: "Cosa fare dopo la maturità"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso