19 Giugno Giu 2018 1329 19 giugno 2018

Classi aperte cosa sono

  • ...

Ormai le supplenze tradizionali stanno strette e si vogliono sostituire con le ‘classi aperte’. Le assenze dei docenti potrebbero essere compensate dalle lezioni di professori assunto con il ‘potenziamento’. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio le classi aperte, cosa sono e in cosa consistono.

Docenti assenti: come risolvere il problema

Questo è un progetto al quale il ministero dell’Istruzione sta lavorando da molto tempo con lo scopo di risolvere il problema dei docenti assenti. Fino ad ora, le scuole hanno cercato di risolvere il problema dell’assenza di un professore, smembrando le classi in piccoli gruppi da distribuire nelle classi dove si fa lezione. Alle scuole superiori, si ricorre anche alla chiusura anticipata previa autorizzazione dei genitori (leggi anche come fare per riuscire a studiare).

Classi aperte: come funzionano?

A partire dal secondo giorno di assenza del professore titolare, viene nominato un supplente che solitamente non rappresenta una soluzione soddisfacente visto che gli alunni lo vedono come una figura di passaggio (leggi anche come trovare la voglia di studiare). Proprio per questo si sta pensando di organizzare delle lezioni con argomenti complementari, in aule particolarmente ampie, a cui possono partecipare tutti gli alunni che sono sprovvisti di insegnante. Grazie alle ‘classi aperte’, gli alunni potranno essere anche messi alla prova per verificare cosa hanno appresso durante la lezione aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso