13 Luglio Lug 2018 1632 13 luglio 2018

Aggiornamento GaE, quando

  • ...

L'assunzione dei docenti avviene, da un po' di anni a questa parte, tramite l'utilizzo di tre diversi tipi di graduatoria: quella ad esaurimento, nella quale sono iscritti i docenti provvisti di abilitazione all'insegnamento; quella di merito, dove invece sono presenti i docenti vincitori di concorso pubblico a cattedra; graduatorie d'Istituto, che articolate in tre fasce comprendenti rispettivamente: i docenti iscritti a pieno titolo o con riserva, nella I, II, o III fascia delle Graduatorie ad esaurimento, i docenti abilitati ma non iscritti nelle Graduatorie a esaurimento, i docenti non abilitati in possesso del titolo di studio valido per l'accesso all'insegnamento.

Leggi anche: "Come funzionano graduatorie scuola"

Graduatorie ad esaurimento: come sono strutturate

Strutturate su base provinciale, le graduatorie ad esaurimento (GaE), vengono aggiornate ogni tre anni, per ciò che concerne i titoli e le posizioni degli iscritti, ma sono chiuse all'inserimento di nuovi docenti. Dal 2008 infatti non è possibile iscriversi in queste graduatorie, destinate ad esaurirsi. Gli aspiranti docenti iscritti nelle GaE, sono per la maggior parte donne, ciò a conferma della distribuzione tra i generi tipica del personale scolastico, e molti sono giovani, tanto che l’età media è di 41 anni.

Al contrario delle graduatorie d'istituto, di cui si servono i Dirigenti Scolastici, unicamente per l'assegnazione si supplenze, le graduatorie ad esaurimento, sono invece utilizzate per il 50% delle immissioni in ruolo, che vengono annualmente disposte, nonché per il conferimento delle supplenze (fino al 31 agosto o 30 giugno).

Le graduatorie ad esaurimento inizialmente divise in 5 fasce, sono oggi strutturate in tre fasce:

  • la prima fascia comprende i docenti che, all’atto della costituzione delle graduatorie, erano iscritti nelle graduatorie per soli titoli (cosiddetto doppio canale);
  • la seconda fascia è costituita da quei docenti che, al momento della costituzione delle graduatorie, oltre ad essere in possesso dell’abilitazione, avevano maturato 360 giorni di insegnamento;
  • la terza fascia è rappresentata da coloro che nel corso degli anni hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento.

Leggi anche: "Scuola, la mappa dei docenti precari da stabilizzare"

Aggiornamento GaE, a.s 2018\2019?

“Il termine per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento di cui all’articolo 1, comma 605, lettera c), della legge 27 dicembre 2006, n. 296, già aggiornate per il triennio 2014/2017, è prorogato all’anno scolastico 2018/2019 per il triennio successivo. Conseguentemente, le prime fasce delle graduatorie di istituto di cui all’articolo 5, comma 5, del regolamento di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 13 giugno 2007, n. 131, per il conferimento delle supplenze ai sensi dell’articolo 4, comma 5, della legge 3 maggio 1999, n. 124, sono aggiornate a decorrere dall’anno scolastico 2019/2020. Restano fermi i termini per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto di seconda e di terza fascia.”

Questo, quanto predisposto dall'articolo 1 comma 10-bis, della legge n.21, 2016.

Dunque, le graduatorie ad esaurimento (GaE), ormai vigenti dall’a.s. 2014/15, avverrà nel corso dell' a.s. 2018/19 e le medesime avranno validità per il triennio successivo (2019/20, 2020/21 2021/2022).

Leggi anche: "Scuola e precariato, il pasticcio delle graduatorie a esaurimento"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso