20 Novembre Nov 2018 1153 20 novembre 2018

Chi erano i Barbari

  • ...

Barbari erano, secondo gli antichi romani, tutte quelle popolazioni che non rientravano nell'Impero Romano e che quindi venivano considerate come popolazioni di gente rozza ed incivile.

Provenienza dei Barbari

I Barbari dunque provenivano soprattutto dal Nord dell'Europa. Al di là del fiume Reno vivevano Alemanni, Vandali, Franchi e Burgundi. Mentre al di là del Danubio si trovavano i Visigoti, gli Ostrogoti e gli Unni.

A rendere i Barbari così conosciuti era la loro indole nomade. Infatti queste popolazioni erano sempre in viaggio da un luogo all'altro, vivevano attraverso tradizioni tramandate oralmente e non avevano nulla di scritto.

Nel tempo le popolazioni barbare conquistarono e si stanziarono nel Sacro Romano Impero.

Tra le molte, si ricordano i Visigoti che provenivano dalla Russia allendosi con Roma prima, per poi saccheggiarla. Successivamente Roma venne inavasa dai Vandali che arrivavano dal Nord Africa, ed ancora dagli Unni provenienti dall'Asia.

Altre popolazioni barbare, che arrivarono in quella che oggi è l'Italia, furono gli Eruli con il famoso re Odoacre, che pose fine all'Impero Romano d'Occidente, e gli Ostrogoti, capeggiati da Teodorico che fu un eccellente sovrano, pacifico e comprensivo.

Leggi anche "Chi erano i Saraceni"

Abilità delle popolazioni Barbare

I Barbari, oltre ad essere popolazioni nomadi, erano abili nella costruzione di armi da guerra e nel lavorare i metalli.

Inoltre una volta entrati in territorio romano, portarono innovazioni quali la birra e il burro ed introdussero l'utilizzo di botti al posto delle anfore romane.

Ancora importarono l'uso dei pantaloni, e anche l'uso di sella e staffa per cavalcare meglio i cavalli.

Introdussero anche l'uso della ruota all'aratro.

Leggi anche "Chi erano i Maya"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso