19 Dicembre Dic 2017 1229 19 dicembre 2017

Mondiali di calcio, tutto quello che c'è da sapere su Russia 2018

  • ...

Il Mondiale di calcio del 2018 in Russia sarà il primo senza la Nazionale italiana dopo ben 60 anni. L'evento calcistico più importante, che è a cadenza quadriennale, è caratterizzato da tante altre novità ancor prima di partire visto che nel match inaugurale, per la prima volta, a scendere in campo sarà una squadra asiatica. Si partirà infatti il 14 giugno del 2018 con la partita di calcio Russia-Arabia Saudita, la prima del Mondiale di Russia sulla quale sarà possibile piazzare le scommesse online con i bookmakers.

Mondiali calcio 2018: Russia nel Gruppo A, Argentina nel girone di ferro
Il torneo presenta anche risvolti di natura politica visto che Vladimir Putin punta a mettere in buona luce il suo Paese sperando, tra l'altro, che la Nazionale ospitante non deluda. La Nazionale di calcio russa, infatti, da molto tempo registra sul campo risultati a dir poco deludenti, ma il Gruppo A, con Arabia Saudita, Egitto ed Uruguay, sembra essere abbordabile ai fini quantomeno del superamento della fase a gironi. Il Gruppo D sembra essere invece quello da dove potrebbero uscire grosse sorprese visto che l'Argentina di Leo Messi, che è testa di serie, dovrà vedersela con Islanda, con la Croazia e con la Nigeria.
La Svezia, che agli spareggi ha eliminato la Nazionale italiana di calcio, ai Mondiali 2018 in Russia se la vedrà del Gruppo F con una delle favorite che è tra l'altro pure Campione del Mondo uscente, ovverosia con la Germania del Commissario tecnico Joachim Löw. Nel Gruppo F con Germania e Svezia ci sono pure il Messico e la Corea del Sud, mentre l'altra Nazionale favorita insieme all'Argentina, il Brasile, si trova inserita nel Gruppo E con la Svizzera, con il Costarica, candidata ad essere la Cenerentola del girone, e con la Serbia.

Gruppo H Mondiali Russia 2018, l'incertezza regna sovrana
Il girone dove invece l'incertezza regna sovrana ai nastri di partenza è il Gruppo H con la Polonia, il Senegal, la Colombia ed il Giappone. In teoria la Polonia e la Colombia sono le due Nazionali favorite per il passaggio del turno, ma in realtà potrebbe succedere di tutto. Dando uno sguardo alle statistiche, infatti, la Colombia e la Polonia non superano il primo turno di un Mondiale di calcio dal 1982 in Spagna quando a trionfare fu l'Italia di Enzo Bearzot.
Per quel che riguarda gli altri gironi, nel Gruppo B la Spagna ed il Portogallo sono le favorite per il passaggio del turno rispetto a Iran e Marocco, e lo stesso dicasi pure nel Gruppo G dove l'Inghilterra ed il Belgio sulla carta dovrebbero fare più punti rispetto a Tunisia e Panama. Nel Gruppo C, inoltre, il girone è tutt'altro che proibitivo pure per la Francia che nell'urna ha pescato le Nazionali di calcio di Danimarca, Perù ed Australia.
I Mondiali di calcio di Russia del 2018 che, organizzato dalla FIFA, è giunto alla 21esima edizione, durerà un mese dal 14 giugno al 15 luglio che è il giorno della finalissima per il primo posto che si disputerà allo Stadio Lužniki di Mosca. Considerando l'assenza dell'Italia, a livello televisivo i Mondiali di Russia 2018 saranno nel nostro Paese un prodotto meno appetibile al punto che ad oggi non è detto che tutti i match saranno trasmessi in diretta dalla Rai.
Diverso è invece il discorso sulle scommesse sportive visto che saranno sicuramente tantissimi gli italiani che piazzeranno giocate in singola ed in multipla sulle partite dei Mondiali di Russia 2018 a partire proprio da quelle della fase a gironi. Inoltre gli scommettitori, in modalità antepost, possono già da ora scommettere sulla Nazionale che si aggiudicherà il trofeo.
Al riguardo c'è da dire che attualmente la favorita per la vittoria del Mondiale è la Germania davanti rispettivamente al Brasile, alla Francia ed alla Spagna. Seguono l'Argentina, il Belgio, l'Inghilterra ed il Portogallo, mentre tutte le altre Nazionali di calcio che parteciperanno ai Mondiali secondo i bookmakers sono sostanzialmente tagliate fuori. Non a caso le quote nazionale vincente sono a tre cifre per formazioni come quelle di Giappone, Corea del Sud, Costarica, Tunisia ed Arabia Saudita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso