5 Giugno Giu 2018 1242 05 giugno 2018

Dove vedere Gran Premio Ungheria

  • ...

Le gare di Formula 1 per questa stagione 2018 sono ormai entrate nel vivo, tuttavia gli appassionati delusi dalle scelte delle principali emittenti sono sempre di più: se da un lato Sky ha ampliato e migliorato l’offerta di dirette o differite degli eventi, con servizi di approfondimento sulle prove su pista, interviste e altri contenuti, dall’altro lato le offerte gratuite si sono notevolmente ridotte, visto che solo quattro delle ventuno tappe saranno disponibili sui canali non a pagamento, e purtroppo la tappa del 29 luglio in Ungheria non è tra queste.

Leggi anche "Dove vedere F1 in diretta gratis"

I cambiamenti nei palinsesti

Come già accennato, questa stagione sarà Sky a trasmettere in esclusiva i gran premi di Formula 1. La Rai ha comprato i diritti per la sola tappa italiana a Monza, mentre Tv8 trasmetterà quattro delle ventuno tappe in programma.

La Rai ha motivato la propria scelta spiegando che quest’anno l’acquisto dei diritti necessari alla trasmissione della diretta sarebbe stato troppo oneroso; è stata bocciata anche l’idea di trasmettere le differite e la diretta delle due gare finali, per favorire piuttosto altri mercati, dando la precedenza alle Olimpiadi Invernali e alla Champions League.

L’offerta di Sky

Le novità proposte da Sky ai tantissimi appassionati di Formula 1 sono tante. Innanzitutto da quest’anno verrà utilizzato il 4K HDR che, grazie al nuovissimo box Sky Q, garantirà immagini ancora più definite e una migliore qualità della visione.

Leggi anche "Formula 1, a Sky i diritti tivù 2018-2020"

Accanto alla Formula 1 verranno trasmesse la Formula 2, la GP3 Series e la Porsche SUpercup. Chi vuole potrà poi usufruire dei servizi aggiuntivi, come le interviste e altri contenuti sulle prove su pista e i protagonisti di questa stagione.

Altri modi per seguire la Formula 1

Per seguire il Gran Premio di Ungheria gratis si potrebbe provare a sintonizzarsi o trovare la frequenza di uno dei canali stranieri che trasmette la gara, anche se questa operazione dovrebbe essere possibile solo a chi vive al confine.

Per tutti gli altri ci sono le solite piattaforme che aggiornano sui risultati in tempo reale o trasmettono le dirette degli eventi, anche se spesso si tratta di distributori illegali e che non hanno acquistato i diritti per diffondere le gare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso