9 Luglio Lug 2018 1101 09 luglio 2018

Quando finiscono i mondiali

  • ...

Giovedì 14 giugno, con il match inaugurale tra Russia (paese ospitante) e Arabia Saudita, si è alzato il sipario che ha dato inizio alle le "danze" di questo Campionato Mondiale di calcio 2018.

Dodici, gli stadi che hanno ospitato (e continueranno ad ospitate) le 64 partite della rassegna, partite trasmesse in chiaro dai canali Mediaset: Rete 4, Canale 5, Italia 1 e Canale 20.

Leggi anche: "Il calendario completo dei Mondiali 2018"

Mondiali agli sgoccioli: la semifinale

Sabato 7 luglio, sono terminati i quarti di finale, con la partita tra la Russia e Croazia, nella quale, il paese ospitante è stato battuto ai rigori.

Si darà ora il via alle semifinali, previste per Martedì 10 e mercoledì 11 luglio.

  • Martedì 10 luglio alle ore 20.00 a San Pietroburgo, a scendere in campo saranno la Francia e il Belgio, un incontro che vede di fronte le due nazionali con il tasso tecnico più elevato d’Europa;
  • Mercoledì 11 luglio alle ore 20.00, allo stadio Luzhniki di Mosca, sarà invece la volta dell’Inghilterra, che dopo aver eliminato la Svezia ai quarti, dovrà affrontare la Croazia. Evento significato per la squadra inglese, che si ritrova in semifinale mondiale, a distanza di 28 anni. Tra Inghilterra e Croazia c’è inoltre un precedente non dimenticato, nel 2007, con una vittoria a Wembley, la Croazia fece uscire l’Inghilterra dagli Europei dell’anno successivo, provocando una delle più grandi delusioni del calcio nazionale britannico.

I Mondiali 2018 di calcio si concluderanno poi domenica 15 luglio alle ore 17.00 con la Finale a Mosca.

Leggi anche: "Il Belgio ha eliminato il Brasile dai Mondiali 2018"

L'Italia, spettatrice dei mondiali 2018

Nessuna "notte magia inseguendo nessun gol", per la nazionale italiana invece. In Russia ci è andata la Svezia, che lo scorso 13 novembre, ha sconfitto l'Italia per 1a0.

A parte la prima edizione dei mondiale di calcio tenutasi in Uruguay, nel 1930, che vide protagoniste solo quattro nazionali europee: Belgio, Jugoslavia, Francia e Romania, senza alcun girone di qualificazione, il 1958, è l'unico anno ricordato per l'assenza dalla nazionale italiana dai mondiali. In tale occasione, gli azzurri non superarono il girone di qualificazione; la partita, Irlanda del Nord-Italia, in programma per il 4 dicembre del 1957, fu rimandata a causa di condizioni climatiche avverse che impedirono alla terna arbitrale di arrivare nella città nordirlandese. L'Italia rifiutò però la sostituzione con un direttore di gara locale, e la gara ufficiale fu spostata al 15 gennaio 1958, data in cui, i padroni di casa sconfissero l'Italia qualificandosi per i mondiali.

Da quell'anno, fino al 2014, la nazionale azzurra è sempre stata presente, riempendo il cuore di gioca ai tifosi con ben due trionfi.

Leggi anche: "Come affrontare i Mondiali 2018 senza l'Italia secondo Paolo Condò"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso