31 Dicembre Dic 2017 1153 31 dicembre 2017

Che cos'è un indirizzo IP statico

  • ...

Tutti gli indirizzi IP non sono fissi, ma cambiano secondo gli intervalli del router che assegna sempre un diverso indirizzo IP in modo automatico quando ci si collega in internet o per delle modifiche di configurazione.

Quindi, avere un IP statico significa che questo indirizzo non cambia.

Perché volere un IP statico?


L'IP non è altro che l'identificazione in rete di un computer. Ma ci sono due tipi di indirizzo IP, uno esterno che tutti vedono e un altro interno, o meglio privato che resta dentro alla propria rete di casa. Tutti gli indirizzi IP interni si uniscono insieme nell'indirizzo esterno. Se nella rete di casa interna esiste anche un solo pc ci sarà un IP interno dato dal router.

E così cosa succede al primo computer collegato al router? Grazie al servizio DHCP che invia la richiesta di indirizzo IP, ecco per esempio l'indirizzo 192.168.0.2, mentre il prossimo diventerà 192.168.0.3.

Questi sono tutti i computer della rete privata che escono con un unico indirizzo IP esterno condiviso, sempre dato dal router e dal provider.

Impostare un IP significa assegnare lo stesso IP per fare in modo che il router accetti un indirizzo preciso, che resterà fisso. Quando ci sono molti computer in una rete privata è meglio assegnare gli indirizzi IP impostandoli nel router che però avranno lo stesso IP pubblico cioè quello esterno, il quale non si cambia e proviene dal provider stesso.

Si potrebbe comperare un IP statico esterno, anche se è molto costoso e non è essenziale, dato che esistono altri metodi per usufruire di tanti vantaggi senza averlo realmente. Uno di questi vantaggi, per esempio, potrebbe essere quello di entrare nel proprio pc da qualunque posizione in tutto il mondo grazie appunto ad un indirizzo IP esterno e statico. Infatti, questo fatto di essere statico consente all'IP di trasmettere con internet verso tutti i dispositivi di casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso