1 Gennaio Gen 2018 1214 01 gennaio 2018

Come recuperare video cancellati

  • ...

A volte per liberare dello spazio nella memoria si eliminano dal proprio dispositivo mobile dei vecchi video che non piacciono più, oppure si cancella inavvertitamente un contenuto che in realtà si voleva conservare. In entrambi i casi, che si può fare per recuperare le registrazioni cancellate? Riuscire a ritrovare i video cancellati è molto improbabile, perché questi file sono facilmente corruttibili e potrebbero risultare illeggibili o comunque danneggiati. Ad ogni modo si può fare qualche tentativo.

Qualche tentativo preliminare

Se si è fortunati, i video potrebbero essere stati rimossi dalla galleria ma ancora conservati nel cestino, dove i contenuti possono rimanere persino per 60 giorni; in questo caso con un solo click si possono recuperare tutti i file che si vuole. Per visualizzare quali video sono ancora presenti nel dispositivo bisogna aprire l'app delle foto di Google, avviare il menu in alto a sinistra ed entrare nel cestino, selezionando i file da recuperare.

Applicazioni per recuperare i video eliminati

Tra le applicazioni che consentono di recuperare contenuti cancellati in passato, DiskDigger Pro è tra le migliori e più utilizzate in circolazione. Il costo dell'app è irrisorio e, dopo il download, in pochi secondi si ha per le mani uno strumento efficace e semplice da usare. Dopo aver concesso i permessi di root, DiskDigger Pro esamina la memoria dello smartphone e mostra tutti i video che possono essere recuperati. Se tali contenuti risultano rovinati, si può provare a trasferirli sul computer e ripararli o riprodurli con VLC.
Undeleter è invece un'app gratuita, anche se per salvare i video recuperati bisogna pagare 2,75 euro, che permette di selezionare l'unità da scansionare, vedere in anteprima i contenuti e salvarli o nella memoria interna del telefono o su un qualsiasi servizio di cloud storage.
PhotoRec è un'applicazione gratuita perfetta per chi vuole provare a recuperare dei contenuti da una memoria espandibile, passando per il trasferimento sul computer. Questa app è compatibile con tutti i principali sistemi operativi e, nonostante la complessità delle operazioni che è in grado di effettuare, risulta semplice da utilizzare. L'installazione è abbastanza rapida e guidata, mentre gli utenti più esperti possono anche provare a recuperare i file creando una foto della memoria interna di un dispositivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso