19 Settembre Set 2018 1614 19 settembre 2018

Come scaricare suonerie per iPhone

  • ...

A chi non è mai capitati di voler mettere la propria canzone preferita come suoneria dell’iPhone? Non tutti però sanno come farlo ma, con alcuni accorgimenti, si può riuscire nell’impresa senza problemi. Andiamo dunque a scoprire come scaricare suonerie per iPhone.

Scaricare suonerie da iTunes

La prima cosa da ricordare è che l’iTunes Store di Apple consente di scaricare delle suonerie prese dalle hit del momento. Ogni suoneria costa 1,29 euro ma, in alternativa, si possono anche scaricare delle app apposite per prendere suonerie per iPhone.

Leggi anche come eliminare tutte le foto da iPhone

Tra le applicazioni migliori per scaricare suonerie per iPhone, c’è sicuramente Zedge che mette a disposizione degli utenti sfondi, temi e suonerie di ogni genere. Una volta scaricata la suoneria, però, si dovrà collegare il telefono al computer per avviare iTunes, sincronizzando i brani scaricati con Zedge tramite la funzione di condivisione dei file.

Scaricare suoneria da Zedge

Per scaricare una suoneria da Zedge, la prima cosa da fare è premere sull’icona ad hamburger, presente in alto a sinistra.

Cliccare sulla voce Ringtones dal menu per poi sfogliare tutte le suonerie a disposizione e scegliere quella che più piace. Si aprirà, a questo punto, una schermata e si dovrà fare tap sul tasto play per poter ascoltare l’anteprima della suoneria.

Se la suoneria è di proprio gusto, bisogna cliccare sulla freccia bianca presente in basso e poi sul pulsante Save ringtone.

Leggi anche come fare backup iPhone

Dopo aver scaricato la suoneria, collegare il telefono al pc e aprire iTunes e poi l’icona dell’iPgone, in alto a sinistra. Selezionare la voce app e cliccare sull’icona Zedge, trascinando il file M4R relativo alla propria suoneria sul desktop.

Cliccare, a questo punto, sul pulsante di iTunes e selezionare la voce Suonerie, trascinando il file M4R nella finestra di iTunes e attivando la sincronizzazione delle suonerie sull’iPhone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso