11 Settembre Set 2018 0752 11 settembre 2018

Quante puntate ha la casa di carta

  • ...

"La casa di carta", "La casa de papel", in lingua originale, è la serie tv spagnola dal successo planetario, un miracolo televisivo, oggetto di numerose discussioni quotidiane.

La serie tv ha infatti fatto parlare di sè a giornali, e social, coinvolgendo peraltro, dati i temi trattati (banche, crisi finanziarie), anche gli ambienti politici.

Leggi anche "Migliori serie tv per genere"

La casa di carta, da Antena 3 a Netflix

Relazioni che nascono e che finiscono, sparatorie, intrighi e tradimenti, questo quanto presentato da "La casa di carta", serie tv ideata da Álex Pina, e trasmessa per la prima volta nella sua struttura originale, costituita da 15 episodi della durata di 75 minuti, sul canale spagnolo Antena 3.

I primi 9 episodi sono stati trasmessi nella primavera 2017 e gli ultimi 6 nell’autunno dello stesso anno. Successivamente è Netflix ad acquisirne i diritti per la distribuzione internazionale della serie e a riformularne la struttura dando vita ad un totale di 22 episodi di 45 minuti ciascuno, che sono stati distribuiti in due parti, andate in onda in quasi tutto il mondo in date differenti.

La prima parte, rilasciata nel dicembre del 2017, consta di 13 episodi, la seconda parte invece andata in onda nell'aprile 2018, ne comprende 9.

Il rosso è senza dubbio il colore predominante della serie, rosse sono difatti le tute dei rapinatori, ma anche tutto ciò che ha a che fare con il furto, tra cui persino megafoni e telefoni.

Una serie peraltro ricca di citazioni culturali, dirette (attraverso i dialoghi dei personaggi), o non (mediante suggestioni estetiche o narrative); basti pensare alla figura del Professore, un geniale nerd attraverso il quale vengono introdotti parecchi riferimenti alla cultura pop dei decenni scorsi, o ai numerosi omaggi dei personaggi e in generale della trama ai film di Tarantino (in particolare Le iene) e ancora in generale alle rapine più note della filmografia.

La casa di carta, trama

Tutto ha inizio quando una figura misteriosa, il Professore (interpretato da Alvaro Morte) che raduna in una casa fuori Toledo otto persone, ognuna di esse con una funzione specifica all’interno del team (dal leader all’hacker).

“Los Desahuciados”, letteralmente “Gli sfrattati”, questo il titolo originale della serie, pensato per le condizioni di vita degli otto protagonisti prima di essere reclutati dal Professore, otto rapinatori, guidati da una mente criminale che ha studiato un piano minuzioso e “infallibile”, attaccano la Zecca di Stato a Madrid e si barricano dentro con diverse decine di ostaggi.

Gli otto elementi reclutati hanno tutti quanti precedenti con la giustizia ma soprattutto, non hanno quasi nulla da perdere qualora il colpo non dovesse raggiungere i risultati sperati, ciascuno di esso verrà chiamato con il nome di una città:

  • Berlino, interpretato da Pedro Alonso
  • Nairobi, (Alba Flores)
  • Rio, (Miguel Herrán)
  • Mosca (Paco Tous)
  • Denver, interpretato da Jaime Lorente
  • Helsinki (Darko Peric)
  • Oslo, (Roberto García)
  • Stoccolma (Esther Acebo)
  • Tokyo, che funge anche da voce narrante, interpretata da Úrsula Corberó

Lo scopo è quello di assaltare la zecca di stato spagnola per riuscire a rubare miliardi di euro e mettere a punto il colpo del secolo. Tutti dovranno però mantenere il riserbo sulla propria identità (all’interno della banca indossano maschere di Dalì) e non avere rapporti sentimentali fra di loro, ma Rio e Tokyo infrangono subito la regola.

Arrivato il giorno della rapina gli otto fanno irruzione nel palazzo della Zecca e sequestrano tutti coloro che si trovavano all’interno dopo che Tokyo manda all’aria il piano originale sparando a dei poliziotti. L’obiettivo del gruppo non è peraltro fare una rapina ma stampare 2400 milioni di euro.

Incaricata per negoziare la liberazione degli ostaggi è l’ispettrice Raquel Murillo (Itziar Ituño), sul cui animo grava però un ingombrante fardello sia personale che professionale, una donna complicata separata dal marito e con una figlia.

Leggi anche: "Suburra debutta su Netflix: trama, cast e curiosità"

E la terza stagione?

Ottime notizie per coloro che hanno seguito le vicende dei rapinatori spagnoli de "La Casa di carta": dopo il grande successo delle prime due stagioni, riscosso su Netflix, è prevista infatti la messa in onda anche della terza serie, a partire presumibilmente dal prossimo anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso