23 Giugno Giu 2016 0718 23 giugno 2016

Arriva la stagione giusta per andare a Gardaland

  • ...

Il parco tematico più famoso d'Italia inizia la sua stagione migliore.

Chi non sogna una gita a Gardaland almeno una volta nella vita? Sì perché Gardaland, il parco divertimenti sul Lago di Garda, è il paese dei balocchi, per grandi e piccini. Si tratta di un posto adatto a tutti, dai bimbi piccoli, ai ragazzi, fino a chi, nonostante l'età, ancora ama sentire scorrere l'adrenalina nelle vene.

Tarda primavera e inizio estate sono i periodi migliori  per visitare Gardaland.

Gardaland è affascinante in ogni stagione, anche se, a dire il vero, in inverno, ad eccezione del periodo natalizio, il parco rimane chiuso. I momenti migliori per visitare Gardaland sono:
  • La primavera: se si ama il rischio, la primavera è davvero la stagione giusta per approdare a Gardaland. Sì, perché, in questa stagione, il caldo è decisamente sopportabile e non si è costretti a soffrire le alte temperature mentre si attende, in coda, di salire su una giostra. Il massimo sarebbe trovare una giornata leggermente nuvolosa che consenta di godersi il parco ma dissuada la folla dal recarvisi. Certo, in primavera è alto il rischio di temporali, se non di giornate completamente nuvolose, dunque, la cosa migliore, sarebbe l'improvvisazione, ovvero, scegliere di andare a Gardaland solo una volta viste le previsioni e la situazione in tempo reale.
  • L'estate: questa è la stagione adatta se si vuole essere certi di trovare bel tempo. Certo, il caldo sarà un gran problema, soprattutto in caso di lunghe code, ma si apprezzeranno di più le varie attrazioni acquatiche. Per il periodo estivo, Gardaland riserva una speciale offerta a chi voglia vivere il parco by night: solo 19 euro per divertirsi dalle 18.00 alle 23.00.
  • Il periodo natalizio: durante le due settimane di chiusura  invernale delle scuole, Gardaland apre le porte in versione invernale. Piste di pattinaggio, giochi a tema e qualche invitato speciale fanno del Natale a Gardaland un'ottima alternativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso