20 Giugno Giu 2018 1330 20 giugno 2018

Trapani cosa vedere

  • ...

La città di Trapani è uno dei 9 capoluoghi di provincia della Sicilia ed è caratterizzata dalla sua forma ricordante una falce, origine etimologica del nome di questa città.

Fusione tra antichità, medioevo e moderna civiltà turistica, Trapani si è sviluppata grazie all’estrazione e al commercio del sale cha ha fatto godere alla città un periodo di fiorente sviluppo grazie alla costruzione di saline che oggi comprendono una fascia costiera di circa 1000 ettari e sono protette da riserve naturali gestite dal WWF.

Trapani è una città attorniata da tantissime cose da scoprire e funge da punto di collegamento per raggiungere zone turistiche dal richiamo più vacanziero. Ci si riferisce alle isole vicine del mediterraneo, le Egadi, collegate con i traghetti che partono proprio dal porto della città, o ancora, i collegamenti marini si protraggono sino alla bellissima Pantelleria quasi a ridosso delle coste algerine, con appena poco più di due ore di navigazione.

Leggi anche "Sicilia dove andare in vacanza"

Trapani e il sale

A Trapani, di particolare attrattiva è il paesaggio costiero delle saline, con spazi immensi caratterizzati dal silenzio rilassante e dal solo rumore del mare che si confonde con quello degli uccelli annidati nella vegetazione vicina.
E’ possibile quindi visitare il Museo delle Saline per comprendere la lavorazione del sale con metodi utilizzati già nell’antichità ed ammirare i suggestivi mulini a vento che, con le vicine montagne di sale, creano al tramonto dei colori perlacei che fanno da contrasto all’arancio e al rosso del calar del sole.

Trapani e la costa



Trapani ha bellissime spiagge limitrofe tutte da visitare. Essendo una città portuaria, per fare un bagno è necessario spostarsi lungo la costa, sia ad occidente, sia a sud de sul suo territorio. Una bellezza da non perdere è San Vito lo Capo, rinomata località turistica della Sicilia con delle spiagge di sabbia finissima e un mare cristallino.

A poca distanza da San Vito, troviamo la selvaggia Riserva dello Zingaro, che per gli amanti dello sport è un’attrattiva indiscussa. Se invece ci si sposta nella costa sud-orientale è possibile visitare Marsala conosciuta per lo sbarco dei Mille di Garibaldi, e ancora più a Sud, Mazara del Vallo con una lunga passeggiata sul mare e un caratteristico centro storico.

Trapani e l’entroterra

Trapani funge da punto strategico per le attrazioni più belle della Sicilia. Ci si riferisce ad Erice, cittadina che sovrasta Trapani, famosa per i suoi connotati storici mitologici e per il Castello di Venere struttura normanna che spicca dalla vetta del monte omonimo della città (Monte Erice).
Altra meta degna di nota è Segesta con il suo tempio dorico del V secolo a.C. e l’antico teatro greco costruito sulla cima più alta del Monte Barbaro che funge da richiamo per i turisti di tutto il mondo.

Leggi anche: "Cosa vedere in Sicilia in cinque giorni"

Trapani e il centro storico

Optare per una visita al centro storico di Trapani è un’ottima scelta se si vuole comprendere lo sviluppo della città a partire dalla sua antichità. Un possibile itinerario potrebbe partire proprio dalla Torre di Ligny, simbolo indiscusso di Trapani che fungeva da roccaforte contro i continui attacchi dal mare. Ora ospita i musei della Preistoria e dell’Archeologia Marina e si può scorgere da tutte le direzioni del lungomare di Trapani regalando un tramonto davvero imperdibile.

Addentrandosi verso ovest dalla Torre e seguendo le vie principali della città, una tappa per gli amanti del pesce è sicuramente il mercato, che per quanto possa risultare fatiscente, vanta di tantissime varietà di pescato sempre fresco ed a ottimi prezzi. Dopo aver girato per il mercato, è possibile visitare le principali attrazioni del centro storico. Si parte da Corso Vittorio Emanuele dove è ubicata la Cattedrale dedicata a San Lorenzo Martire e costruita in stile barocco, che vanta al suo interno testimonianze del passato con bellissimi affreschi e stucchi neoclassici. Di grande importanza l’altare del Sacramento, pieno di reliquie di santi martiri della città.

Non molto distante dalla Cattedrale, è possibile visitare il Museo di Arte contemporanea San Rocco che raccoglie una collezione di pregio sia religioso che culturale. Sempre sul corso principale, è possibile ammirare la Fontana di Saturno, divinità protrettrice di Trapani che ha un’alta importanza per la gente locale e che ricorda il primo acquedotto della città. Si segnalano inoltre le 100 chiese tutte da visitare, palazzi storici come Palazzo Cavarretta (sede del Municipio), Palazzo Riccio di Morana (residenza dei nobili di paese sul lungomare), Palazzo San Rocco e la Chiesa del Purgatorio.

Trapani e il lungomare

Se si è in vacanza in questa città, e non vi è la possibilità di spostarsi, vi sono alcune spiaggette dove è possibile godere della tintarella facendo magari qualche tuffo in acque modeste. Si segnala la spiaggia delle Mura di Tramontana, spiaggia della città che talvolta potrebbe essere ricoperti di alghe, ma che offre passeggiate rilassanti dinnanzi alle mura ed ai bastioni eretti come confine.

Vi sono poi dei lidi attrezzati tutti sviluppati sul lungo mare Dante Alighieri che offrono bar sulla spiaggia, possibilità di fare sport acquatici o semplicemente prendere un po’ di sole su qualche comoda sdraio.
Trapani è una città che offre diversi itinerari, tutti di gran valore culturale e paesaggistico. A voi la scelta!

Leggi anche" Sicilia, tutte le spiagge più belle"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso