26 Giugno Giu 2018 1056 26 giugno 2018

Nosy Be quando andare

  • ...

Meta stupenda quella di Nosy Be, la più grande isola vulcanica dell’arcipelago Mitsio, situata nella costa nordoccidentale del Madagascar e diventata negli ultimi decenni meta ambita del turismo internazionale.

Nosy Be vanta un territorio ricco di varietà di specie animali e vegetali, protette dalla Riserva naturale di Lokobe immersa nella foresta pluviale.
Grazie all’anima incontaminata che ancora oggi caratterizza l’isola, questa è diventata il maggiore polo turistico di tutto il Madagascar con popolazione autoctone che vivono di agricoltura e pesca e fanno da contrasto all’enorme ricchezza delle strutture ricettive che seguono alte esigenze turistiche.

Leggi anche "Dove andare in vacanza a dicembre al caldo"

Il clima

Resort di lusso, paesaggi tropicali, barriera corallina ed estrema accoglienza della popolazione autoctona, sono pochi dei mille motivi per scegliere Nose By come meta delle proprie vacanze che grazie al suo clima tropicale sempre mite, è visitabile per quasi tutti i mesi dell’anno.

Nosy Be ha una collocazione geografica privilegiata che comporta un clima tropicale con medie di 27° per tutto l’anno.
Il clima favorevole è dettato dalla protezione del massiccio di Tsaratanana, rilievo a nord del Madagascar che difende l’isola dai forti venti di nord est che caratterizzano il mese di agosto.

Anche il canale di Mozambico svolge un’azione positiva per clima che porta a correnti sempre calde mantenendo la temperatura dell’acqua sempre costante tra 26° e 29°.

Le stagioni a Nosy Be

Il periodo migliore per scegliere questa meta inizia a maggio quando arriva la stagione secca che si protrae per tutto il mese di ottobre.
In questo periodo è il sole il protagonista dell’isola, i rovesci sono molto rari ed è possibile pianificare un viaggio all’insegna della tranquillità con la possibilità di fare escursioni senza la preoccupazione di imbattersi in monsoni o episodi ciclonici.

La stagione umida invece inizia a novembre e si protrae fino ad aprile, portando un clima molto umido e piovoso con possibili temporali che si alternano ad ampie schiarite. Le temperature in questa stagione rimangono comunque molto alte e non scendono al di sotto dei 20° con picchi giornalieri di oltre i 30°.

Da gennaio a marzo è possibile altresì imbattersi nell’arrivo di cicloni tropicali con piogge molto frequenti e talvolta anche molto pesanti. Evitare quindi questo trimestre dell’anno se si vuole scegliere questa meta che potrebbe essere colpita da alluvioni che potrebbero mettere in ginocchio tutta l’isola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso