9 Luglio Lug 2018 0932 09 luglio 2018

Palermo cosa vedere

  • ...

Una vacanza in Sicilia è sempre e comunque un’esperienza indimenticabile, qualunque punto dell’isola si scelga di visitare. Ma Palermo è tre le punte di diamante, non solo per la bellezza del mare, la bontà della cucina tipica o la vita notturna che non ha nulla da invidiare ad altre città, ma soprattutto per l’atmosfera che si respira. La città è stata abitata da una miriade di popoli (tra cui greci, romani, arabi e normanni), che hanno lasciato tracce profonde nelle strade, nella cucina, nel dialetto, nella cultura di una città da non perdere assolutamente.

Leggi anche "cosa vedere in Sicilia in 5 giorni"

I monumenti religiosi

Tracce di antiche civiltà riaffiorano ovunque in città, come alla Martorana. Le mura della chiesa di ispirazione bizantina raccontano una serie di restauri frutto del passaggio di varie culture. L’omonimo chiostro è protagonista della leggenda dell’invenzione della frutta di Martorana, che sembra sia stata creata dalle suore del monastero annesso e poi diventata celebre nel mondo.

Un’esperienza davvero forte si può provare visitando le Catacombe dei Cappuccini, che oggi accolgono circa 8000 salme mummificate, alcune esposte ai visitatori. Una mostra macabra che accoglie corpi perfettamente conservati, fin dal 1599.

E come dimenticare la Cattedrale, il cui sito è antichissimo, e nei secoli ha registrato il passaggio e il restauro di ogni popolo che ha contribuito al suo splendore.

Palazzi e residenze reali

Tra gli edifici da non perdere, il Palazzo dei Normanni. Oggi qui si riunisce l’Assemblea regionale, mentre un tempo era sede imperiale. Insieme all’attigua Cappella Palatina, è uno dei monumenti più visitati dai turisti a Palermo.

Impossibile non notare la magnificenza del Teatro Massimo: il più grande in Italia nel suo genere, è stato costruito nell’800 in stile neoclassico.

E ancora la Zisa, un palazzo arabo-normanno risalente al 1165, un tempo residenza reale estiva e sede di un immenso parco di caccia.

Il paesaggio e il mare

Non solo monumenti, ma bellezze naturali mozzafiato. A nord del Golfo di Palermo si trova il Monte Pellegrino, una riserva naturale che racchiude monumenti, torri, palazzi, un santuario e le famose Grotte dell’Addaura, che conservano graffiti rupestri del Paleolitico. Il Santuario sul monte è dedicato a Santa Rosalia, protettrice di Palermo, a cui il 4 settembre viene dedicata una festa cittadina.

Sull’altro versante del Monte, si trova la famosa costa di Mondello: oggi è la spiaggia dei palermitani, ma un tempo era anche una località esclusiva, con le sue molte villette liberty che ne sono la testimonianza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso