11 Ottobre Ott 2018 1222 11 ottobre 2018

Isole Cook quando andare

  • ...

Racchiuse nell’arcipelago della Polinesia neozelandese, le isole Cook sono dei verdi atolli immersi nell’ Oceano Pacifico meridionale associate come territorio dipende allo Stato della Nuova Zelanda.

L’arcipelago delle Cook comprende ben 15 isole principali che si distribuiscono in un’area vasta, ben 240 km² e si collocano tra le Isole Samoa e la Polinesia Francese.

Queste terre esotiche e sconfinate sono scelte dal turismo internazionale per lo scenario paradisiaco dei paesaggi, ancora preservati dallo sfruttamento umano, custodendo tutt’ora un’atmosfera selvaggia ed unica sul Pianeta Terra.

Verde lussureggiante, acqua cristallina, accoglienza della popolazione autoctona, sono solo pochi dei motivi per visitare queste isole che godono per tutto l’anno di un clima mite e temperato che non scende mai al di sotto delle medie stagionali.

Leggi anche "Isole del Pacifico contro il global warming"

Il clima delle Isole Cook

Tuttavia, data la vasta distribuzione degli atolli in una grande area del Pacifico, troviamo isole che godono maggiormente del clima mitigato:
è il caso delle isole situate più a settentrione (Nothern Cook Island) come, Penhrin, Rakahanga, Manihiki, Pukapuka, Suarrow, Nassau, che per tutto l’anno beneficiano di temperature piacevoli sia di giorno che di notte: complice appunto la vicinanza all’equatore che mantiene una media termica costante per tutti mesi dell’anno (min.26°/max.31°).

Le South Cook Island altresì sono maggiormente esposte a correnti più fresche: Palmerston, Aitutaki, Manuae, Mauke, Raratonga (la capitale), Mangaia, Takutea, Atiu, Mitiaro subiscono gli effetti della lontananza dell’equatore con temperature più fresche da giugno a ottobre.

Quando andare alle isole Cook

In generale, si può dire che in tutte le isole dell’agglomerato si respira un clima mitigato, con temperature che non scendono mai al di sotto dei 20°/25°.
Il clima tropicale dell’area comporta delle precipitazioni più o meno abbondanti, dove il periodo più piovoso si presenta tra dicembre e marzo ma può protrarsi, soprattutto al nord, per diversi mesi dell’anno. I rovesci comunque non perdurano molto e lasciano velocemente spazio al Sole, protagonista indiscusso di queste perle del Pacifico.


I cicloni tropicali


ll solo fenomeno allarmante per una vacanza potrebbe verificarsi con l’arrivo dei cicloni tropicali che talvolta hanno portato a reali emergenze nelle isole Cook del nord, dove si formano nella fascia di convergenza intertropicale, dei fenomeni ciclonici solitamente di media entità.
In ogni caso questo fenomeno può presentarsi nel periodo tra novembre e aprile ed essere rilegato solo nei luoghi di innesco generando solo pochi allarmismi.


Il periodo ideale per programmare un viaggio alle isole Cook

Se si è molto flessibili riguardo le date del viaggio, si consigliano i mesi che vanno da maggio ad ottobre sicuramente più freschi ma meno piovosi.
In ogni caso è consigliato dotarsi di ombrello e impermeabile per far fronte ad eventuali piogge passeggere che caratterizzano questo tipo di clima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso