15 Marzo Mar 2019 1000 15 marzo 2019

San Blas dove dormire

  • ...

A nord del golfo di Guna Yala, regione facente parte della Repubblica di Panama, si sviluppano 378 isole e atolli che detengono propriamente un cuore indigeno, queste isole fanno parte dell’arcipelago di San Blas.

Leggi anche “Come trasferirsi a Panama

Isole San Blas, le perle dei Caraibi

Organizzando un viaggio a Panama di almeno una settimana, è possibile effettuare delle escursioni in queste isole remote e perlopiù disabitate.

Questi preziosi angoli del mondo, si sviluppano tutti nel Mare dei Caraibi, a largo dell’istmo di Panama, quella lingua di territorio che fa da collante all’America Settentrionale e Meridionale.

Le isole di San Blas sono state per molto tempo abitate esclusivamente dagli indigeni Kuna, che successivamente vissero sulla loro pelle la colonizzazione spagnola.

Gli indigeni Kuna

Tutt’ora, la popolazione indigena dei Kuna abita il territorio servendosi del forte sviluppo turistico che ha caratterizzato gli ultimi anni.

Da sempre i Kuna sono abili artigiani e pescatori che vivono in villaggi allargati, ma dai tempi della colonizzazione, non tutta la popolazione Kuna vive ancora nel modo originale: la maggior parte ha adottato uno stile di vita occidentalizzato, con l’utilizzo di strutture e servizi come le scuole e istruzione per i più piccoli.

La bellezza dei paesaggi delle San Blas è data dalla biodiversità, con foreste lussureggianti e sabbia finissima che termina in un mare limpido turchese.
Soggiornare in queste isole farà respirare la vera cultura autoctona che con la gentilezza degli abitanti, farà godere di una vacanza all’insegna del relax e della tranquillità.

Leggi anche “Panama: cosa fare e quando andare

Dove alloggiare nelle isole di San Blas

Da Panama City è possibile prendere un volo con destinazione Corazon de Jesuz de San Blaz per poi proseguire in barca in una delle oltre 300 isole dell’arcipelago.

La sistemazione in una delle isole prevede la possibilità di alloggiare in vere e proprie capanne, tutte arredate in modo caratteristico ed accogliente.

Si consiglia la prenotazione di escursioni guidate, con possibilità di essere accompagnati alla scoperta delle meraviglie delle isole senza preoccuparsi di organizzare i pasti e i pernottamenti.

Solitamente sono gli stessi indigeni del posto a condurre i turisti alla scoperta degli atolli: in alcuni di essi, come le isole di Mamartupo, Cagantupo ed El Porvenir, vi sono degli alberghi che nascono su capanne di palafitte dove è possibile anche consumare la totalità dei pasti rigorosamente a base di pesce.

Molti alloggi sono distribuiti nei vari atolli del Mare dei Caraibi con le Cabañas, alloggi a palafitta tipiche del luogo. Molte di esse, vantano di ristorante, wi-fi e attrezzature per effettuare snorkeling tra i coralli.

Si consiglia una visita al sito: www.visitpanama.com per non perdere le migliori attrazioni delle perle del centro America.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso