Gli scarponi di Neil Armstrong e la teoria del complotto lunare

I dietrologi vogliono smontare l'impresa dell'Apollo 11. Le impronte lasciate sul nostro satellite dagli astronauti non sarebbero compatibili con le suole degli stivali indossati. Ma la Nasa smentisce. Ecco perché.

Non c'è alcun complotto, la ragione è molto più semplice di quanto si creda. Come spiegato dalla Nasa, gli uomini della navicella spaziale Apollo 11 indossavano “sovrascarpe”, utilizzate per aderire meglio al terreno lunare e in grado di assicurare maggiore protezione termica. Morale: le due foto sono entrambe vere e nessuna delle due dimostra alcuna congettura.