Gli scarponi di Neil Armstrong e la teoria del complotto lunare

I dietrologi vogliono smontare l'impresa dell'Apollo 11. Le impronte lasciate sul nostro satellite dagli astronauti non sarebbero compatibili con le suole degli stivali indossati. Ma la Nasa smentisce. Ecco perché.

La Nasa ha chiuso la polemica affermando che, in caso di ulteriori dubbi, i teorici del complotto possono andare di persona e vedere le orme lasciate da Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins. D’altronde, le impronte rimarranno lì ancora milioni di anni: non c’è vento sulla luna in grado di disperdere le tracce lasciate dagli astronauti.