20 Luglio Lug 2018 1653 20 luglio 2018

Come capire quando raccogliere le cipolle

  • ...

Le cipolle sono verdure molto utilizzate in cucina, anche con lo scopo di insaporire le pietanze; appartengono alla famiglia delle liliacee, come gli asparagi e l’aglio.

Leggi anche:" Perchè la cipolla fa piangere"

Quando raccogliere le cipolle

Occorre raccogliere le cipolle quando le punte delle loro foglie iniziano a seccarsi e quando la canna verde che esce dal terreno inizia a piegarsi sotto il suo stesso peso.

La raccolta deve essere fatta due volte all’anno, il periodo cambia a seconda della tipologia di cipolla:

  • Le cipolle bianche, le più usate in cucina, sono considerate le primizie e vengono raccolte verso maggio e giugno.
  • Le cipolle rosse, come quelle di Tropea, vengono raccolte a partire dal mese di ottobre alla fine del mese di marzo.
  • Quelle dorate, come quelle Milanesi e di Parma, sono tardive e vengono raccolte verso settembre.

Informazioni sulla coltivazione delle cipolle

Per piantare le cipolle è necessario avere a disposizione un terreno sciolto, che va vangato diverse volte, per evitare la formazione di zolle o la formazione di un’area con la crosta in superficie.

Le piante di cipolle non soffrono le temperature più fredde ma preferiscono le zone soleggiate; non devono essere innaffiate troppo per evitare i ristagni di acqua, che possono far marcire i bulbi.

Nel periodo di siccità, quando fa molto caldo, il terreno deve essere umido.

Togliere a intervalli regolari le erbacce infestanti con l’utilizzo di una zappa piccola.

Potrebbe interessarti la guida:"Differenze fra scalogno e cipolla"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso