24 Ottobre Ott 2018 1731 24 ottobre 2018

Gonfiore puntura vespa quanto dura

  • ...

La vespa è un insetto potenzialmente pericoloso per l’uomo, ma nella sua versione “samurai” potrebbe essere determinante per liberare le piante dall’invasione delle cimici cinesi.

In caso di puntura si distingue dall’ape perché non rilascia immediatamente il pungiglione e non muore subito. Per questo motivo è in grado di pungere più volte a distanza di poco tempo e rilasciare ogni volta piccole quantità di veleno che causano gonfiore e ferite con liquido sottopelle.

Leggi anche: “Che differenza c’è tra ape e vespa

Puntura di vespa: durata del gonfiore

La vespa può pungere anche se non infastidita. L’insetto, infatti, mette in atto un meccanismo di difesa tale per cui fa penetrare il pungiglione nella pelle lasciando come traccia un piccolo foro con un contorno bianco. Tutt’intorno si viene a creare un intenso rossore e la zona tende a gonfiarsi.

La sensazione è di un forte pizzicore e bruciore, pari a quello di una scottatura. Se il dolore può attenuarsi dopo un paio d’ore dopo essere stati punti dalla vespa, il gonfiore può perdurare dalle 24 alle 48 ore.

Solo nei casi di allergia o allergia grave quest’ultimo può durare fino a 10 giorni ed estendersi a parti più ampie rispetto al punto d’origine della puntura.

Leggi anche: “Che cosa fare se ti punge una vespa

Gonfiore e shock anafilattico

Se la puntura di vespa causa una reazione allergica che sfocia in uno shock anafilattico il gonfiore può aumentare progressivamente con il passare delle ore.

Può addirittura provocare un gonfiore alla gola tale da provocare difficoltà respiratorie e l’intervento sanitario d’urgenza per evitare il soffocamento.

Leggi anche: “Puntura di vespa shock anafilattico dopo quanto tempo

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso