19 Dicembre Dic 2018 1226 19 dicembre 2018

Cosa significa bonsai

  • ...

Piccole piante ornamentali che diventano una vera e propria passione per molti: dalla cultura giapponese ecco i bonsai.

Cosa sono i bonsai?

I bonsai a prima vista possono sembrare solo di piccoli alberi in miniatura ma, nell’ottica della cultura giapponese l’obiettivo finale di questa coltivazione è quello di creare una forma miniaturizzata della natura rappresentata in un albero.

I bonsai non superano quasi mai il metro di altezza e sono coltivati in vaso per limitarne la crescita attraverso un apparto radicale ridotto.

Leggi anche: Bonsai come curarlo

La storia

L’ origine di queste piante in miniatura deriva dalla storia cinese di circa 2000 anni fa, che vide i cinesi impegnati nella creazione di giardini ridotti. Più piccole erano le loro dimensioni più era magico il loro potere intrinseco.

I giapponesi attratti da quest’arte, la copiarono circa 700 anni fa, iniziando a sostituire i giardini con singole piante.

In Giappone con la tecnica seishi, cioè l’arte di dare una forma, la cultura del bonsai è diventata un caposaldo ed è considerata l’unione ideale tra l’arte e la natura stessa, in quanto si può modellare la natura nel rispetto delle sue caratteristiche.

Leggi anche: Come scegliere un bonsai

Significato di bonsai

Il termine Bonsai deriva dal giapponese che tradotto significa ‘piantato in un vaso’. Bon è infatti un vaso sottile e basso, Sai significa piantato, coltivato. Letteralmente perciò la parole può essere tradotta come ‘albero piantato in un vaso poco profondo’.

Leggi anche: Dove tenere un bonsai

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso