26 Novembre Nov 2018 0911 26 novembre 2018

Fatturazione elettronica chi è obbligato

  • ...

Nel 2019 entrerà in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica, strumento per la lotta contro l’evasione fiscale. Di cosa si tratta e chi è obbligato a seguire questa nuova legge?

Fatturazione elettronica: cos’è

La fatturazione elettronica obbligatoria entrerà in vigore dal 1° gennaio 2019 in concomitanza con la legge di Bilancio 2019. Attraverso quest’obbligo Agenzia delle Entrate e Governo mirano a ridurre l’evasione fiscale e a semplificare gli adempimenti fiscali delle imprese.

La fattura elettronica è una fattura digitalizzata, emessa attraverso specifici canali elettronici tra privati B2B (Business to Business). Si elimina, quindi, lo strumento cartaceo e la fattura verrà inviata tramite mail in modo da assicurare l’autenticità dell’origine, l’integrità del contenuto e la leggibilità.

Leggi anche Che differenza c'è tra fattura e ricevuta fiscale

Vantaggi

Con la fatturazione elettronica tra privati, gli imprenditori potranno godere di alcuni vantaggi: eliminare lo spesometro per la comunicazione delle fatture, eliminare il modello Intrastat, avere rimborsi IVA entro tre mesi dalla comunicazione e riduzione del periodo di accertamento fiscale a 4 anni.

Leggi anche Come fare verifica partita iva online

Chi è obbligato

La fatturazione elettronica è obbligatoria per tutti i professionisti e le imprese con Partita Iva. Per ora l’obbligo non è ancora entrato in vigore ma se la legge proseguirà il suo iter correttamente, dal 1° gennaio 2019 tutti i possessori di Partita Iva (fatte salve alcune eccezioni) dovranno ammettere fattura digitale sia verso soggetti con Partita Iva (B2B) sia verso soggetti senza Partita Iva ossia privati (B2C, Business to Consumer ). L’obbligo è valido solo tra residenti in Italia.

È, invece, esentato chi gode di un regime fiscale di vantaggio o forfettario.

Leggi anche Modello fattura regime minimi gestione separata

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso