3 Dicembre Dic 2018 1523 03 dicembre 2018

Come funziona il fondo garanzia mutui prima casa

  • ...

Il fondo garanzia mutui prima casa è un'iniziativa promossa dal Governo per favorire l'accesso al credito da parte degli under 35 per acquistare la prima abitazione, effettuare ristrutturazioni agli immobili o interventi volti a migliorare l'efficienza energetica della stessa abitazione principale. Ma come vi si accede? E quali sono i requisiti per poterlo richiedere?

Il Fondo garanzia mutui prima casa è entrato ufficialmente nell'ordinamento italiano con la legge 147 del 2013 e la sua gestione è regolata da Consap Spa. Gli istituti di credito vi possono accedere una volta sottoscritto il protocollo firmato tra il Ministero dell'economia e l'Abi, l'associazione bancaria italiana.

Il fondo permette a chi ne fa richiesta di ottenere garanzie statali per importi fino al 50% dei mutui necessari per acquistare la prima casa, ristrutturare l'abitazione principale o accrescerne l'efficienza energetica. Attenzione però. Oltre a poter essere utilizzato solo per l'abitazione principale, il mutuo non deve superare i 250.000 € e non può essere impiegato per l'acquisto di immobili di lusso rientranti nelle categorie catastali A1, A8 e A9. Chi fa richiesta, infine, non deve possedere altri immobili se non quelli ereditati per successione. L'unica garanzia richiesta dall'istituto che dovrà erogare il credito è l'ipoteca sullo stesso immobile, non ne servono altre non assicurative.

Come funziona il fondo garanzia mutui prima casa

Ma come si ottiene? Innanzitutto, è importante precisare che per accedere al fondo non ci sono limiti o tetti di reddito e chiunque può presentare la domanda. A parità di richiesta vengono privilegiate le seguenti categorie per accedere al fondo garanzia mutui prima casa: giovani coppie o nuclei familiari costituiti da almeno due anni e in cui uno dei due partner abbia meno di 35 anni, nuclei monogenitoriali con figli minori, under 35 con contratti di lavoro atipici e assegnatari di abitazioni popolari.

Per le categorie sopra elencate e per chi ottiene l'accesso al fondo il mutuo avrà un tasso calmierato che non potrà superare in nessun caso il tasso effettivo globale medio stabilito ogni tre mesi dal Ministero dell'Economia.

Estremamente semplice la procedura per richiedere l'accesso al credito. È sufficiente presentare alla banca o all'istituto a cui si intende richiedere il finanziamento il modulo compilato scaricabile sul sito dell'Abi in cui vanno indicati: i propri dati personali, la certificazione di possesso dei requisiti necessari e i riferimenti dell'immobile oggetto d'acquisto.

Uno strumento, quello del fondo, pensato soprattutto per le fasce più giovani della popolazione. Basti pensare che negli ultimi anni il 56% dei mutui concessi è stato dato a persone under 35.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso