18 Novembre Nov 2013 1032 18 novembre 2013

Quali sono le regole del galateo a tavola

  • ...

Il galateo è l'insieme di norme comportamentali con cui si identifica la buona educazione. Il nome galateo deriva da Galeazzo Florimonte, vescovo della diocesi di Sessa Aurunca che ispirò a Giovanni Della Casa il libro Galateo overo de' costumi, pubblicato nel 1558.

Vediamo quali sono le regole del galateo relative al comportamento a tavola:

  • lavarsi le mani prima di sedersi.
  • sedersi ad una giusta distanza dalla tavola, con il busto eretto, rilassati.
  • il cibo si porta alla bocca alzando il braccio. I gomiti non si devono appoggiare sul tavolo, ma vanno tenuti lungo i fianchi. Sul tavolo si appoggiano solo i polsi e le mani. le ganmbe non si allungano sotto il tavolo.
  • Il tovagliolo si spiega a metà e lo si tiene sulle ginocchia. Alla fine del pasto non si ripiega, ma si appoggia alla sinistra del piatto.
  • Il cibo non si tocca con le mani, tranne che per il pane che va spezzato con la destra tenendolo con la sinistra. Non si fa la "scarpetta".
  • Si mastica a bocca chiusa, non si parla con la bocca piena.
  • I bocconi devono essere piccoli e non si deve bere mentre il cibo è ancora in bocca.
  • Non si beve mai in un sorso solo tutto il contenuto del bicchiere e non lo si regge con due mani.
  • Per fare un brindisi si solleva il bicchiere all'altezza del viso stendendo un attimo il braccio nella direzione del festeggiato. Tutti devono bere o fare almeno l'atto di bere accostando il bicchiere alle labbra. Non si fa il giro per andare a toccare il bicchiere d'ognuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso