11 Gennaio Gen 2018 1036 11 gennaio 2018

come fare pate di peperoncino

  • ...

Il peperoncino può accendere nel vero senso della parola pranzi e serate con amici. Candito nel panettone, come condimento nella pasta o sottoforma di paté è una prelibatezza per chi ama i sapori forti.

Quali peperoncini usare per il paté

Il peperoncino, ingrediente principale di questo paté, in Italia è diffuso soprattutto nelle regioni del sud come Sicilia e Calabria. Quello calabrese si distingue per un gusto medio-forte, così come la varietà messicana jalapeño. Per chi desidera un gusto molto forte, l’habanero è la soluzione. Il paté può assumere note più dolciastre e meno piccanti se una parte del peperoncino viene sostituita con i peperoni. Con l’aggiunta di origano si contribuisce a dare una nota aromatica e tipicamente mediterranea.

Come si fa il paté di peperoncino

Per prima cosa bisogna indossare i guanti in lattice o per lavare i piatti; l’importante è che le mani non entrino in contatto diretto con i peperoncini ed in particolare con i semi. Lavarli sotto acqua corrente, asciugarli e tagliarli a metà per lungo. Togliere l’interno e tenere da parte i semi secondo il grado di piccantezza che si desidera ottenere. Disporli su uno strofinaccio su cui è stato distribuito sale grosso. Coprirli con un altro strato di sale prima di mettere un peso sopra e lasciarli a disidratare per un giorno intero. Trascorso il tempo, mettere i peperoncini nel frullatore insieme a olio e aglio (a cui è stata tolta l’anima) fino a ottenere una consistenza cremosa. In alternativa, i peperoncini possono essere messi direttamente nel frullatore per poi essere passati al colino e lasciati a perdere l’acqua di vegetazione per almeno 4 ore. Procedere successivamente con l'aggiunta di aglio e olio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso