3 Settembre Set 2018 1000 03 settembre 2018

Come tornare al colore naturale dopo shatush

  • ...

Lo shatush è un trattamento per i capelli che schiarisce le punte o metà della testa. Il suo inventore, il parrucchiere Aldo Coppola, ha rivoluzionato il mondo dell’hair style con questo metodo di decolorazione considerato un’interessante alternativa alle meches. Rispetto ad altre decolorazioni, tornare al colore di capelli naturale dopo lo shatush non è un obiettivo impossibile, anzi, è piuttosto semplice.

Leggi anche: “Quanto costa fare lo shatush Aldo Coppola

Capelli post-shatush

Dopo aver consultato siti e riviste per trovare esempi shatush capelli corti biondi, esempi shatush capelli corti rossi o esempi shatush capelli ricci, ed aver realizzato il trattamento, è possibile desiderare tornare al proprio colore naturale.

Rispetto all’henné, che tende a scurire i capelli, lo shatush li rende più chiari e in caso di capelli castani possono dare un effetto “baciati dal sole”, in caso di capelli scuri creano uno stacco evidente.

In entrambe i casi si può tornare al punto di partenza senza procedere con un taglio drastico, ma semplicemente grazie a una tinta di due toni più scura rispetto al proprio colore naturale.

Come tornare al colore naturale

Dopo aver acquistato la tintura che più si avvicina al proprio colore naturale di capelli, rigorosamente senza ammoniaca, si comincia applicandola sulla parte interessata dallo shatush. La tintura andrà lasciata in posa più a lungo dove i capelli sono più chiari, e secondo i tempi canonici dove si trovano i capelli con il colore naturale.

Così facendo la colorazione sarà più uniforme e verrà meno l’effetto schiarito dato dallo shatush. Per chi non desidera fare da sé e rischiare di ottenere risultati indesiderati, si può ricorrere all’intervento del parrucchiere che effettuerà il decapaggio, ossia un trattamento specifico per liberare il capello dallo shatush e riportarlo al suo colore naturale senza ulteriori applicazioni di prodotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso