22 Novembre Nov 2018 1709 22 novembre 2018

Perché si forma il ghiaccio nel frigo

  • ...

La formazione del ghiaccio in frigo è un fenomeno molto comune. Chiunque avrà infatti visto lo strato di goccioline o di ghiaccio che si forma nella parte posteriore del frigo, nota con il nome di evaporatore.

La parte posteriore è solitamente quella più fredda e l’acqua tende a condensarsi in quella zona, attraverso la quale il frigo estrae il calore presente al suo interno.

Tipologie di frigoriferi

Esistono due principali categorie di frigorifero: statico e ventilato.

I frigoriferi statici sono solitamente i più economici. Il sistema di raffreddamento avviene per irradiamento naturale. Esso non prevede alcun tipo di ventilazione e quindi alcun circolo d’aria all’interno dei vani. Questa tipologia di frigoriferi ha lo svantaggio di sviluppare molta umidità al suo interno che, concentrandosi nelle zone più fredde, facilmente diventa ghiaccio.

Dotati di un sistema di ventilazione sono i frigoriferi ventilati, o dinamici, che presentano, come suggerisce il nome, una ventola. Questo sistema di areazione garantisce una minore umidità. Minore umidità non significa assenza: sebbene non ai livelli dei frigoriferi statici, l’umidità e quindi la formazione di ghiaccio si determina allo stesso modo dal calore presente all’esterno del frigo (aprendo lo sportello del frigorifero) o dal vapore dei cibi.

In commercio è presente un’ulteriore categoria di frigoriferi, dalla tecnologia innovativa, denominata NoFrost. Si tratta di prodotti professionali che limitano molto la formazione di goccioline e che, nel caso si formi brina, questa viene eliminata autonomamente.

Le cause della formazione del ghiaccio in frigorifero

La formazione del ghiaccio in frigorifero può essere determinata da diverse cause, non necessariamente riconducibili ad un suo malfunzionamento.

  • Temperatura esterna molto elevata. Può darsi che la temperatura del locale in cui è posizionato il frigorifero sia troppo elevata e che l’elettrodomestico vada sotto sforzo nello svolgere la sua funzione di raffreddamento, creando il fenomeno della condensa.

Leggi anche Come regolare temperatura frigo

  • Aprire troppo spesso lo sportello. Aprendo lo sportello, si favorisce l’entrata di aria calda che il frigorifero deve poi espellere.
  • Alimenti troppo caldi. Nemici del frigorifero sono gli alimenti caldi. È buona norma attendere che i cibi siano freddi per riporli in frigorifero. La temperatura troppo calda determinerebbe un sovraccarico per l’elettrodomestico che nel tentativo di espellere l’aria calda si ritroverebbe ricoperto di goccioline, pronte a congelarsi e a diventare ghiaccio.

Leggi anche Come conservare il cibo in frigo

  • Pulizia e manutenzione. È fondamentale la pulizia del frigorifero in tutte le sue parti, ma in particolare del canale di scolo della condensa, che se ostruito porta alla formazione del ghiaccio. Una delle cause dell’inefficienza del frigo è la guarnizione della porta, che va controllata e, se opportuno, sostituita.

Conseguenze della formazione del ghiaccio in frigorifero

Il ghiaccio in frigorifero determina un peggioramento delle sue performance, una diminuzione degli spazi e, con il tempo, anche il suo guasto.

La presenza di ghiaccio produrrà inoltre anche un sovraccarico per il frigorifero, che dovrà lavorare con maggiore intensità prelevando molta energia con l’effetto di scarse prestazioni.

Soluzioni alla formazione del ghiaccio in frigorifero

Presupposto fondamentale in termini di soluzione alla problematica del ghiaccio in frigorifero è il seguente: lo sbrinamento almeno una volta l’anno.

La procedura corretta per lo sbrinamento prevede che il frigorifero venga svuotato, venga staccata poi la spina dell’alimentazione e atteso il tempo necessario allo scongelamento.

Quando il ghiaccio si sarà sciolto ed il frigorifero ripulito in tutte le sue parti, lo si potrà riaccendere e riusare nelle sue funzioni.

Leggi anche Come sbrinare il frigorifero

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso