23 Novembre Nov 2018 1033 23 novembre 2018

Come stuccare il cartongesso

  • ...

Procedere alla stuccatura di una parete in cartongesso può sembrare qualcosa di molto complicato, ma se si è amanti del fai da te e del mettersi in gioco, basterà seguire alcuni semplici accorgimenti per ottenere un buon risultato.

Leggi anche Come stuccare un buco nel muro

Cosa serve

Di seguito i materiali che serviranno per stuccare il cartongesso.

Lo stucco. Sono numerose le tipologie di stucco, ciascuna con la sua specificità. Lo stucco a presa rapida, da lavorare in mezz’ora; lo stucco a presa, con un tempo di lavorabilità di un’ora; lo stucco ad essiccazione, con tempi di lavorabilità molto lunghi (fino ad una settimana).

Il nastro per i giunti. Di fondamentale importanza, il nastro serve a coprire la zona in cui i due pannelli di cartongesso si incontrano. Ne esistono di diverse tipologie: nastro in carta microforata, in rete autoadesiva, in fibra di vetro per garantire l’isolamento acustico o con struttura metallica.

La carta vetrata, indispensabile per livellare tutte le imperfezioni dopo l’applicazione e l’asciugatura dello stucco.

Spatole, cazzuole ed un secchio sono gli strumenti necessari per effettuare un lavoro di stuccatura fai da te.

Come procedere

Il primo step per stuccare il cartongesso è la pulizia.

Dopo aver pulito la superfice, si procede con la preparazione dello stucco nel seguente modo. In un secchio con dell’acqua va versato poco per volta lo stucco in polvere, mescolando. I quantitativi e le dosi non sono un problema in quanto vengono riportati sulla confezione dello stucco.

Dopo aver seguito passo passo le indicazioni sulla preparazione dello stucco, si passa alla stesura dello stucco di riempimento nei giunti e nelle viti con l’ausilio di una spatola.

Leggi anche Come aggiustare le crepe nei muri interni

Seguirà poi l’applicazione del nastro, prestando particolare attenzione a centrare tutti i giunti.

A questo punto, si ricoprirà il tutto con lo stucco, prestando la massima precisione. Dopo l’essiccazione, bisognerà procedere alla seconda e, opportunamente, alla terza mano di stucco.

La parete sarà pronta, dopo l’asciugatura completa, per essere carteggiata e quindi livellata in tutte le sue parti. Si tratta di un lavoro meticoloso e di precisione e va eseguito, per ottenere un risultato ottimale, con della carta vetrata a grana sottile.

La stuccatura della parete in cartongesso è a questo completata. Non resta che procedere al rivestimento con la carta da parati o alla tinteggiatura.

Leggi anche Come imbiancare una stanza

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso