7 Marzo Mar 2019 1125 07 marzo 2019

Carne alla griglia come si prepara

  • ...

Bistecche, spiedini, salsicce, hamburger e sulla griglia chi più ne ha, più ne metta. In attesa delle meravigliose grigliate e dei barbecue primaverili ed estivi, ecco alcune dritte per cuocere la carne alla griglia.

Leggi anche Come usare il barbecue

Carne alla griglia quali tagli

Le carni che più si prestano per la cottura alla griglia sono il maiale, il vitello, il pollo e l’agnello.

Del maiale è possibile utilizzare pressoché qualsiasi taglio, considerato che ha una carne molto grassa. Il grasso evita che la carne si secchi molto e che si indurisca. I tagli migliori sono le costine, la lonza, le salsicce e gli spiedini.

Una tipologia di carne, poco usata per essere cotta alla griglia, è il vitello. Tendenzialmente il vitello è una carne poco grassa, ma se si sceglierà una parte più ricca, la buon riuscita della grigliata è assicurata! La carne di vitello più grassa viene spesso usata per fare dei gustosissimi hamburger, tanto amati dai grandi e dai bambini.

Del pollo si preferiscono le cosce, le sovraccosce e le ali; dell’agnello le costolette e gli arrosticini.

In qualsiasi caso per avere un risultato gustoso per il palato, sarà utile prima di tutto una buona marinatura. Seguirà poi la cottura che più si gradisce: al sangue o ben cotta.

Leggi anche Come accendere la carbonella

Carne alla griglia la marinatura

La base di partenza per una buona marinatura è mescolare in parti uguali olio extravergine d’oliva e succo di limone.

A questa miscela si andranno poi ad aggiungere sale, prezzemolo e aglio tritati, timo, salvia, rosmarino, peperoncino, origano o qualunque altra spezia sia di proprio gradimento.

Leggi anche Come marinare la carne

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso