21 Novembre Nov 2013 1503 21 novembre 2013

Quali sono gli esami per fare un check up completo

  • ...

Prevenire è meglio che curare, diceva un famoso spot qualche tempo fa. In effetti, per evitare di incorrere in problemi e disturbi di salute più o meno gravi, è buona abitudine programmare, almeno una volta all’anno, un check up completo. Gli esami del sangue servono per avere sotto controllo i livelli di colesterolo e glicemia. Altri esami da effettuare periodicamente sono l’emocromo, il tempo di coagulazione del sangue e le transaminasi. Il medico curante saprà fornirti informazioni più dettagliate sui singoli esami.

L’esame delle urine è altrettanto importante per controllare che i reni e l’intero apparato urinario siano a posto. Il marker per l’epatite e il test HIV si effettuano entrambi con il prelievo del sangue. La misurazione della pressione sanguigna e l’elettrocardiogramma aiutano a prevenire eventuali disturbi al cuore e l’insorgere di patologie dell’apparato cardio-circolatorio.

L’elettrocardiogramma è consigliabile soprattutto dopo i 40 anni di età. Per le donne è utile, in età fertile, sottoporsi ad un check-up ginecologico completo che comprenda pap test ed ecografia trans vaginale.

Sempre per le donne, la visita senologica è consigliata dopo i 40 anni, prima, invece, ci si può dedicare all’autopalpazione di tanto in tanto per scongiurare la comparsa di noduli al seno. Da inserire tra le visite periodiche anche quella dell’oculista, gli esami oculari sono fondamentali soprattutto per chi trascorre molte ore al pc, ed anche a chi non porta gli occhiali.

Lo screening dei nei serve ad individuare eventuali nei pericolosi, non è strettamente necessaria ma va fatta una volta ogni tanto, e quando ci si accorge di cambiamenti nella forma o nel colore di alcuni di essi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso