20 Gennaio Gen 2018 1206 20 gennaio 2018

Come vedono i dislessici

  • ...

Per la maggior parte delle persone leggere e scrivere sono degli atti semplici e automatici che vengono appresi senza troppi problemi da bambini. Tuttavia esiste un numero rilevante di individui affetti da dislessia, un disturbo che rende molto difficoltoso l’apprendimento della lettura e della scrittura, che risultano scorretti e poco fluenti. Per avere un’idea delle difficoltà che deve affrontare un individuo affetto da dislessia è fondamentale comprendere come vedono i dislessici.

Dislessia: cos’è e come si manifesta

La dislessia rientra nella categoria dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, o DSA. Si tratta di un disturbo di origine genetica che dipende da un’alterazione del normale funzionamento dei circuiti neuronali legati alla scrittura e alla lettura. Può essere associata ad un’alterazione dell’elaborazione del linguaggio o dell’elaborazione visiva. Indipendentemente dal tipo di alterazione, la dislessia si manifesta come:

  • una scarsa discriminazione di lettere simili (es. “m” e “n”) o simili ma con un distinto orientamento spaziale (es. “p” e “b”);
  • tendenza ad aggiungere o invertire sillabe o intere parole (es. “portata” invece di “porta” o “pera” invece di “pecora”);
  • ridotta capacità di mantenere il corretto orientamento in un testo. Generalmente la lettura e la scrittura procedono da sinistra a destra e dall’alto verso il basso. Chi soffre di dislessia procede in maniera disordinata, saltando parole, righe o sillabe.

È molto importante sottolineare che questo disturbo non compromette in nessun modo l’intelligenza o la condizione psicologica di individuo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso